26 ottobre 2021

Oderzo Motta

Truffa dell'abbraccio, presunta responsabile individuata grazie alla videosorveglianza

L'episodio era accaduto a Oderzo lo scorso 24 agosto: la donna rubò un orologio del valore di svariate migliaia di euro

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

truffa dell'abbraccio

ODERZO - Truffa dell’abbraccio a Oderzo, dopo alcuni giorni di indagine i Carabinieri identificano la presunta responsabile grazie alle videocamere della zona.
Il 24 agosto scorso un agente di commercio 65enne aveva denunciato ai Carabinieri di Oderzo di essere rimasto vittima di un furto con l’ormai nota “tecnica dell’abbraccio”, riferendo che mentre si trovava, verso l’ora di pranzo, davanti alla propria abitazione, in procinto di parcheggiare l’autovettura, era stato avvicinato da una donna sconosciuta che era riuscita a sfilargli dal polso sinistro un orologio in acciaio del valore di svariate migliaia di euro e si era infine dileguata immediatamente dopo facendo perdere le proprie tracce.

Al termine di accurate indagini i militari dell’Arma opitergini sono riusciti a identificare l’autrice del gesto criminoso, deferendo in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per furto con destrezza una cittadina di origini rumene, classe 1987 senza fissa dimora e già gravata da precedenti di polizia.

Un ausilio importante per l’identificazione della straniera è venuta ai Carabinieri operanti dalla visione delle riprese degli impianti di videosorveglianza presenti nella zona, che ha ripreso gli spostamenti della donna prima e dopo il compimento dell’azione criminosa.

 


| modificato il:

Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×