25/01/2022parz nuvoloso

26/01/2022nuvoloso

27/01/2022nebbia

25 gennaio 2022

Nord-Est

Lo trovavano sempre ubriaco, sarà rimpatriato

Era già stato sanzionato per violazione della normativa Covid-19

|

|

foto d'archivio

PORDENONE - Nella serata di ieri, giovedì 5 agosto, personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Pordenone ha accompagnato e collocato presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Brindisi, su disposizione del Questore della Provincia di Pordenone Marco Odorisio, un cittadino pakistano di 25 anni, sussistendo la pericolosità sociale dimostrata dallo stesso.
Infatti, il giovane, giunto in Italia nel settembre 2019 e richiedente asilo per protezione internazionale presso la Questura di Cosenza, lo scorso mese di marzo veniva controllato una prima volta a Pordenone nella zona denominata “Bronx”, ove sono ubicati i parcheggi sottostanti Piazza del Portello.

Si accertava, così, come il giovane fosse richiedente asilo e che nel marzo del 2020 era stato sanzionato a Brescia, per violazione della normativa Covid-19.
Sempre più spesso, pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volante si imbattevano nella persona che, anche in orario serale e notturno, veniva rintracciato e controllato nell’area “Bronx” e sempre più spesso in stato di alterazione alcolica.

Infatti, l’11 luglio giungevano segnalazioni di un uomo barcollante che procedeva a piedi lungo la Strada Statale 13 – direzione Porcia – mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella degli automobilisti. Una volta raggiunto dagli Agenti della Volante, questi ne accertavano lo stato di ubriachezza e lo sanzionavano ai sensi ex art. 688 C.P.   OT

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×