20 aprile 2021

Treviso

Troppi messaggi fascisti e post razzisti, il Pd di Treviso lancia una campagna di mobilitazione

Pd:"Invitiamo tutti a segnalarci dichiarazioni ufficiali, post e commenti di esponenti della politica trevigiana che contengano messaggi anticostituzionali”

|

|

Giovanni Zorzi

TREVISO - Oggi si celebra la Giornata della Memoria per ricordare le vittime dell’immane tragedia dell’Olocausto. Ma anche in questi giorni, nella nostra provincia, si è registrata un’escalation di dichiarazioni e messaggi da parte di personalità del mondo politico e istituzionale locale apertamente contrarie ai valori che dovrebbero ispirare l’esercizio della Memoria di quella tragedia.

“Il vicesindaco di Treviso ha proposto di intitolare una via a Giorgio Almirante per il suo contributo alla Repubblica (forse intendeva a quella di Salò, l'illegittimo e criminale stato-fantoccio nazista) - scrive il Pd - il sindaco di Maserada sul Piave intende rimuovere le parole "Resistenza" e "Antifascismo" dall'ordine del giorno presentato a sostegno dell'impegno di Liliana Segre dalla minoranza consiliare, un assessore di Conegliano ha citato una frase di Mussolini su traditori e infami, un consigliere comunale di Casier ha infine lanciato da facebook insulti razzisti contro il popolo cinese”.

“La misura è colma - dichiara Giovanni Zorzi, segretario provinciale Pd Treviso - Chi ha ruoli pubblici e rappresenta perciò le istituzioni della Repubblica nata dalla Resistenza ha sia il dovere di rispettare i valori e le norme della nostra Costituzione, sia la responsabilità di contrastare in prima persona il clima di insulti, rabbia e odio che si è diffuso nella società”.

 Per questo il Partito Democratico di Treviso ha deciso di raccogliere tutte le segnalazioni e commenti ufficiali di esponenti della politica che contengano messaggi di apologia del fascismo, discriminatori o razzisti.

“Da oggi, 27 gennaio, Giornata della Memoria, al 25 aprile, festa della Liberazione dal nazifascismo - aggiunge Roberto Grigoletto, responsabile provinciale per la comunicazione ­- invitiamo tutti i democratici e le democratiche a segnalarci dichiarazioni ufficiali, post e commenti pubblici di parlamentari, consiglieri regionali, sindaci, assessori e consiglieri comunali della Marca Trevigiana, che contengano messaggi di apologia del fascismo, discriminatori, razzisti, apertamente anticostituzionali”.

 Le segnalazioni vanno inviate all'indirizzo e-mail: presidiodemocratico@gmail.com, saranno poi verificate e raccolte in un rapporto provinciale che sarà presentato all'opinione pubblica.

“La memoria delle tragedie del passato va coltivata con grande attenzione, affinché quelle stesse tragedie non si ripetano - conclude Zorzi - Di fronte al ritorno di sentimenti, parole e fatti che richiamano a idee che hanno prodotto quelle tragedie, per di più da parte di rappresentanti delle istituzioni, è urgente una reazione collettiva. Invitiamo tutti a sostenere oggi questo sforzo: reagire per non dimenticare”.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×