01/07/2022velature sparse

02/07/2022poco nuvoloso

03/07/2022poco nuvoloso

01 luglio 2022

Castelfranco

Tribunale delle Imprese, Confartigianato scrive a ministro Giustizia

Proposta dell’associazione di categoria: realizzarlo a Bassano, a servizio anche di aziende trevigiane

|

|

Tribunale delle Imprese, Confartigianato scrive a ministro Giustizia

PEDEMONTANA Confartigianato scrive al Ministro della Giustizia per denunciare le carenze attuali e proporre un “Tribunale delle Imprese” a Bassano del Grappa, che servirebbe l’area Pedemontana, anche in provincia di Treviso. L’idea è stata presentata ieri a Bassano nel corso di una conferenza stampa organizzata da Confartigianato. L’associazione di categoria sottolinea come ci sia “un vuoto dagli effetti preoccupanti non solo dal punto di vista amministrativo, ma anche economico e sociale”.

“Sono queste le conseguenze della soppressione del Tribunale di Bassano, a seguito della riforma giudiziaria del 2012, e che ora le Confartigianato delle province di Vicenza e della Marca Trevigiana intendono nuovamente denunciare – si legge in una nota -. Appesantimento delle procedure a Vicenza, aumento delle prescrizioni (con gravi danni erariali e sociali) e poca certezza del diritto sono solo alcune delle conseguenze di una scelta che pesa anche sulle imprese e ostacola la competitività del territorio”.

 

“Di qui la decisione - spiega Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Vicenza - di inviare una lettera aperta proprio al Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, che abbiamo predisposto coinvolgendo anche le associazioni contermini (Marca Trevigiana, Asolo Montebelluna e Padova) in un’ottica di sistema regionale e in rappresentanza di parte rilevante di un territorio, quello dell’area Pedemontana, che non si arrende, nonostante tutto e tutti”.

A dare forza alle parole del presidente sono i numeri dell’area Pedemontana, illustrati da Luca Romano, ricercato economico sociale e direttore di Local Area Network: 154 i Comuni che la compongono, 1.128.792 abitanti (22,9% della popolazione regionale), 16mila imprese industriali (pari al 30% dell’interno Veneto) e oltre 32mila aziende artigiane (ovvero il 38,7% delle imprese dell’area e circa un quarto delle imprese artigiane della regionale).  Una realtà che meglio di altre ha retto la crisi e che ha saputo offrire ai laureati, e ai diplomati, occasioni e opportunità di lavoro a riprova che l’industria 4.0. qui è già realtà.

 

Nella lettera al Ministro (inviata ieri 1° febbraio) Confartigianato non solo torna a sottolineare i disagi amministrativi e sociali che la scelta di sopprimere il Tribunale di Bassano ha portato, ma formula anche una precisa proposta: aprire proprio a Bassano - data la sua posizione baricentrica e la presenza di una struttura edilizia inutilizzata - una sede distaccata del “Tribunale delle Imprese” facente capo al Tribunale di Venezia. Una soluzione che verrebbe incontro anche alle richieste espresse da Regione e Province di Vicenza, Treviso e Padova, da 75 Amministrazioni Comunali e da collegi e ordini interessati, per un riequilibrio della struttura giudiziaria del territorio.


“Un Tribunale delle Imprese a Bassano, infatti, oltre a rappresentare un polo specializzato, porterebbe notevoli vantaggi quali: riduzione della durata dei processi, redistribuzione del flusso dei fascicoli tra Vicenza, Treviso e Padova, risposte rapide e certe per le aziende, specializzazione degli uffici giudiziari locali, coerenza con le prospettive di sviluppo della Pedemontana Veneta”, viene spiegato da Confartigianato.


“Chiediamo un tribunale a servizio delle nostre realtà economiche, perché la giustizia operi a sostegno dell’economia del territorio. L’attivazione di un Tribunale dell’impresa è una prima soluzione ad un disservizio che purtroppo incide anche nella quotidianità delle nostre aziende. Tra gli effetti positivi ricorda anche una maggiore accessibilità ad un servizio “fuoriporta”, più vicino e comodo. Una proiezione di certo positiva per tutti, nella speranza che possa poi in futuro stabilirsi una sezione ordinaria”, conclude Fausto Bosa presidente del Mandamento di Confartigianato Asolo Montebelluna.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×