29/05/2024nuvoloso

30/05/2024pioggia

31/05/2024temporale

29 maggio 2024

Treviso

Treviso, la storia di Pasqua, la topolina salvata dai volontari dell'Oipa

L'animaletto era rimasto intrappolato nella colla: “Pasqua è il nostro piccolo miracolo"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

topolina

TREVISO - Pasqua è il nome di una topolina messa in salvo da una volontaria dell’Oipa proprio in nel giorno di questa ricorrenza festiva. L’animaletto era rimasto appeso alla colla per un'intera giornata fino a quando l’associazione è stata contattata ed è intervenuta portandola al sicuro.

“Sono state necessarie diverse ore per riuscire a togliere tutta la colla che aveva in ogni millimetro del suo corpo, era completamente imbrattata, su baffi, occhi, orecchie, orifizi - racconta Genny Bacchin dell'Oipa di Treviso - Quattro ore di pulizia delicata, con guanti di plastica e olio vegetale da cucina, per staccarla prima gradualmente e lentamente grazie alla scivolosità dell'olio con dei cotton fioc dalla superficie in cui era rimasta appesa, poi per eliminare la colla dal corpo. La piccolina si è lasciata fare tutto: era letteralmente sfinita. Dopo questo lungo passaggio, l'abbiamo lasciata tranquilla e le abbiamo dato un po’ di acqua e zucchero con un contagocce”.

Diversi i lavaggi successivi che i volontari hanno dovuto fare sulla topolina che continuava a essere “appiccicosa". “Pasqua, così l’abbiamo chiamata, è il nostro piccolo miracolo - aggiunge Genny Bacchin - Ora sta bene, è una piccola delinquente che continua a evadere dal suo spazio di degenza, in sicurezza in una stanza, stallo che dovrà durare diverse settimane fino a quando le ricrescerà il pelo. Non vediamo l'ora che possa tornare libera”.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×