01/02/2023parz nuvoloso

02/02/2023poco nuvoloso

03/02/2023poco nuvoloso

01 febbraio 2023

Treviso

Treviso, lo sorprendono mentre riceve un pacco con dentro la "droga dello stupro"

Operazione della Squadra Mobile, nei guai un 49enne residente in Provincia

| Angelo Giordano |

| Angelo Giordano |

Treviso, lo sorprendono mentre riceve un pacco con dentro la

TREVISO - Droga dello stupro a Treviso: i poliziotti bloccano un 49enne che aveva appena ricevuto lo stupefacente tramite un pacco in arrivo dall'Olanda. La Sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Treviso ha arrestato un cittadino italiano di anni 49, residente nella provincia di Treviso, per la violazione del reato di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope.

I poliziotti, che hanno osservato le attività dell'uomo per alcuni giorni, dopo aver ricevuto informazioni in merito al possibile arrivo della sostanza stupefacente a mezzo corriere hanno notato  il quarantanovenne ritirare un pacco presso la propria abitazione. A quel punto il personale operante è intervenuto, rinvenendo all'interno del pacco, proveniente dall’Olanda, la sostanza stupefacente.

A seguito di perquisizione personale/locale l’uomo è stato infatti trovato in possesso un flacone in plastica contenente sostanza illecita denominata GBL, dal peso di 300 grammi circa; tale sostanza che si presenta inodore ed incolore, tanto da poter essere utilizzata somministrata e mescolata in qualsiasi bevanda, risulta assumere un potenziale di pericolosità elevato poiché tale prodotto chimico, per la facilità di assunzione e per il ridotto quantitativo della singola dose, può essere somministrato all’insaputa dell’assuntore. Tra le gravi conseguenze collaterali vengono altresì riscontrati frequenti effetti allucinogeni, ipnotici, dissociativi con perdita delle capacità razionali, tanto da essere conosciuta nel mondo come la “droga dello stupro”.

Detta sostanza facilmente reperibile online rispetto ad altre sostanze illecite, infatti viene così comunemente chiamata perché nel corso degli anni è stata molte volte utilizzata per commettere violenze sessuali in quanto, per la sua consistenza può essere facilmente disciolta in cocktail e bevande.

 



Angelo Giordano

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×