07 aprile 2020

Treviso

Treviso, smog alle stelle dopo i botti di Capodanno: valori quasi due volte il consentito

I dati ARPAV parlano chiaro superati i limiti di legge in maniera allarmante

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Botti di fine anno

TREVISO – Oltre a specialità gourmet e calici di bollicine, l’ultimo dell’anno, i trevigiani hanno assimilato anche una massiccia dose di PM10: già perché a causa dei tradizionali botti i valori di questo inquinante sono andati alla stelle raggiungendo, in alcuni casi, addirittura quota 259 µg/m3. Doveroso puntualizzare che il valore limite giornaliero legale per la protezione della salute umana è di 50 μg/m3. Un inizio d’anno quindi poco salutare come ha spiegato il gruppo “Treviso Clean and Green” riportando i dati ARPAV.

“A Tutti buon anno! Specialmente a quanti di voi, non più giovinetti, non hanno saputo resistere all'atavico richiamo del fuoco e del botto. Solo per sfizio, ecco cosa avete respirato questa notte: un bella dose di 259 µg/m3 di PM10... praticamente una camera a gas! Ad ogni modo, anche senza guardare i picchi notturni causati dai piccoli John Wayne della mezzanotte, vi ricordo che ieri Treviso è stata la città più inquinata di tutto il Veneto quanto a PM10, con una concentrazione media giornaliera di 96 µg/m3. (Giusto per info: il valore limite giornaliero legale per la protezione della salute umana è di 50 μg/m3). Significa che l'aria che stiamo respirando è pessima ed il meteo non pare venirci in soccorso nei prossimi giorni”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×