27 novembre 2020

Treviso

Treviso si lascia alle spalle il lockdown immergendosi nella cultura

Gli appuntamenti culturali a Treviso fino a domenica 5 luglio

| Lieta Zanatta |

immagine dell'autore

| Lieta Zanatta |

Treviso si lascia alle spalle il lockdown immergendosi nella cultura

TREVISO – Treviso ha voglia di superare il confinamento e riprendere possesso delle proprie bellezze. Lo testimonia l'offerta culturale di questa settimana, rivolta a residenti e turisti, che hanno desiderano immergersi nel clima della “città dipinta”.

Riapre lunedì 6 luglio a orario normale la sede dello Iat, Ufficio Informazioni e d'Accoglienza Turistica, in Piazza Borsa 4 nel centro città, anticipando sabato 4 alle 15 la visita guidata “Treviso e i suoi artisti”, per conoscere i luoghi e le opere legate agli artisti nativi o vissuti a Treviso, che era stata annullata in marzo per via del confinamento (costo di partecipazione: 8 € intero, 6 € ridotto dai 6 ai 14 anni. Prenotazione obbligatoria. Tel. 0422.595780 – email: info@turismotreviso.it)

Domenica 5 riapre anche la Chiesa di San Teonisto in via San Nicolò, e le sue 19 tele monumentali, con ingressi contingentati dalle 10 alle 18 nel rispetto delle norme di distanziamento previste. In programma due visite guidate, alle 11 e alle 16 (costo 5 euro a persona, per un massimo di 15 persone). I gruppi posso prenotare un appuntamento allo 0422 5121.

Intanto, da vedere giovedì 2 alle 20,30 l'inaugurazione della mostra al Cantiere Art Gallery in Viale della Repubblica 5 a Villorba, con gli artisti Alice Biba che presenta “Eros e vetro” e Enrico Del Rosso con il suo Pop sul filone di Roy Lichtenstein.

Sempre giovedì 2 luglio alle 21 concerto con il pianista Elia Cecino, Premio Venezia 2019, che proporrà musiche di Beethoven e Chopin nella romantica ambientazione del Museo di Santa Caterina, promosso da Asolo Musica – Veneto Musica per la rassegna Musei d'estate 2020 (per info e prenotazioni: info@asolomusica.com o telefono 0423 950150.

Da venerdì 3 e fino al 26 luglio non bisogna mancare la mostra al Museo Casa Robegan – Ca' da Noal “Luoghi e Persone: Dalle Dolomiti al Sile”, una collettiva delle Associazioni Arte Comelico, Circolo Artistico Marco Morales e Artisti Trevigiani, che verrà inaugurata ufficialmente sabato 4 luglio alle 18,30 alle presenza di curatori e autorità (orari mostra 10 – 12; 15,30 – 18,30)

Prorogata fino al 27 settembre la grande mostra “Natura in posa. Capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea” al Museo di santa Caterina, con capolavori fiamminghi inediti del '500 e '600 e dipinti provenienti da importanti musei veneti (orari dal giovedì alla domenica dalle 11 alle 19. Costo biglietto € 12,00, ridotto € 10,00, gratuito vedi info al sito www.mostranaturainposa.it, tel. 0422.1847320) 

Tra le belle notizie, è che la sesta edizione del Festival del Viaggiatore di Asolo si terrà dal 25 al 27 settembre. “E' un annuncio tutt'altro che scontato”, dicono felici gli organizzatori, che intanto, dall'omonima pagina Facebook, ripropongono ogni giovedì alle 19 una intervista ai protagonisti delle passate edizioni.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Lieta Zanatta

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×