04/12/2021molto nuvoloso

05/12/2021pioggia debole

06/12/2021sereno

04 dicembre 2021

Treviso

Treviso, rinasce il grattacielo di via Pisa

Dopo i lavori esterni cambia anche il servizio idrico: "Entro fine anno ogni appartamento avrà il suo rilevatore dei consumi"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

grattacielo di via Pisa

TREVISO - Proseguono i lavori di riqualificazione del grattacielo di via Pisa a Treviso, negli anni scorsi al centro di polemiche per situazioni di degrado e debiti.

Dopo l’avvio dei lavori di restyling grazie ai bonus 110%, l’installazione di telecamere contro i furetti dei rifiuti e il saldo con i fornitori dei servizi, i 60 metri di altezza della “Tower House” sono pronti a tornare a splendere. Costruita nel 1963 la Tower House è uno dei più grandi complessi immobiliari in città sviluppati esclusivamente in altezza.

Nel palazzo verrà soppresso anche il servizio idrico condominiale centralizzato e l’installato in ogni piano il contatore autonomo per gli appartamenti così da non penalizzare più chi è in regola con le bollette. Si tratta di misuratori digitalizzati di ultima generazione che consentono la telelettura dei consumi. L’accordo tra Alto Trevigiano Servizi e l’amministrazione condominiale “Tower House” aggiunge dunque un altro tassello alla riqualificazione del grattacielo che ospita circa un centinaio di appartamenti.

La decisione di procedere con l’installazione di contatori dell’acqua autonomi è stata approvata da un’assemblea di condominio del 20 febbraio 2020. Il punto di consegna della fornitura idrica sarà costituito da un misuratore esterno generale e, contemporaneamente, si prevede l’installazione di contatori nei piani, in grado di rilevare i consumi per ogni singolo appartamento. La Tower House sarà il primo edificio nella città capoluogo in cui Ats installerà contatori elettronici in grado di rilevare i consumi praticamente in tempo reale.

“Si tratta di un accordo importante per la riqualificazione di un’area, quella di via Pisa, che viene da sempre associata alla presenza del grattacielo – spiega l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo Florian – Tale contratto permetterà di dotare la struttura di contatori moderni, i primi installati nella città capoluogo, aspetto che riteniamo particolarmente simbolico. Tale iniziativa permetterà, inoltre, di non penalizzare più chi è in regola con le bollette”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×