07/10/2022sereno

08/10/2022poco nuvoloso

09/10/2022nubi sparse

07 ottobre 2022

Treviso

Treviso piange Marcello Paladin, titolare dell’ingrosso dei fiori in centro

Si è spento mercoledì 13 luglio l’imprenditore, trevigiano d’adozione, conosciuto e stimato titolare dell’Ingrosso Fiori Paladin Marcello con sede in centro città

|

|

marcello paladin

TREVISO - Marcello Paladin è mancato mercoledì 13 luglio, stretto nell’abbraccio dei suoi cari e dei tanti amici che hanno arricchito la sua vita. Nato nel 1938 in una San Pietro del Carso ancora in territorio italiano, Marcello Paladin è stato imprenditore che ha saputo coniugare la tenacia carsica e l’intraprendenza tipicamente trevigiana. Figlio di un ferroviere ha dovuto abbandonare la città natale dopo il passaggio alla Slovenia; fin da bambino ha dimostrato un’innata propensione al rapporto con il pubblico e la sua carriera professionale è stata improntata fin dagli esordi al commercio. Arrivato a Treviso giovanissimo, Marcello ha iniziato subito a lavorare come garzone in una fioreria del centro, e ha fatto rapidamente carriera, tanto da assumerne la gestione nell’arco di qualche anno.

 

Forte dell’esperienza nel 1965 Marcello ha dato vita alla sua prima attività nel settore nel settore del florovivaistico: l’Ingrosso Fiori Paladin Marcello nel cuore del centro storico, in via Giuseppe Bianchetti, dove ancora vive la famiglia, attività che ha gestito insieme all’amata moglie Bruna, fino al 1982. Proprio negli anni in cui l’imprenditoria trevigiana stava emergendo, in quello che ancora oggi è il miracolo del Nordest, fedele al suo spirito intraprendente, dà forma ad una nuova iniziativa commerciale: le vacanze in montagna con la moglie e i due figli, Maurizio e Stefano, gli fanno intravedere le potenzialità dell’investimento nell’ospitalità e lo spingono a pensare, creare ed aprire un albergo a San Martino di Castrozza, l’Hotel Paladin, ancora oggi gestito dal figlio Maurizio.

 

Una vita di successi e soddisfazioni, quella di Paladin, che però non ha mai dimenticato le difficoltà sopportate durante l’infanzia e la giovinezza, consapevolezza che lo ha portato a impegnarsi con tenacia nel creare una famiglia solida e sempre attenta ad aiutare il prossimo. Lascia l’amatissima moglie Bruna, i figli Maurizio, gestore dell’hotel di famiglia a San Martino di Castrozza, e Stefano, co-agente dell’agenzia Generali Italia di Montebelluna Villa Romivo, e le adorate nipoti Laura, Anna, Carolina, Arianna, che sono state al suo fianco fino all’ultimo respiro. Le esequie si terranno sabato 16 luglio prossimo, alle ore 10, nel Duomo di Treviso. OT

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×