09 agosto 2020

Treviso

Treviso, non si ferma all’alt dei Vigili: la inseguono e la arrestano per guida in stato di ebbrezza

Nella notte sempre a Treviso per lo stesso motivo patente ritirata ad un’altra ragazza

|

|

Non si ferma all’alt dei Vigili

TREVISO – Non si ferma all’alt delle forze dell’ordine e innesca un inseguimento che si conclude poco dopo.

Si è conclusa con una denuncia all’Autorità giudiziaria la serata di una 25enne che, in stato di ebbrezza, ha superato il posto di controllo della Polizia Locale. Poco dopo è stato arrestato. Ieri notte, in via San Pelajo, intorno alle 3, durante uno dei servizi notturni organizzati dal Comando di via Castello d’Amore, gli agenti si sono imbattuti in una BMW che non si è fermata nonostante la richiesta degli agenti.

Ne è nato un inseguimento: la vettura è stata fermata dopo poche centinaia di metri. Alla guida c’era una 25 enne di Spresiano, subito sottoposta all'alcol test. Scoprendo un tasso alcolemico di quasi due grammi (1,93 g/l).

«La giovane è stata denunciata penalmente all'autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza che prevede una ammenda fino a 2 mila euro, la decurtazione di 10 punti e la sospensione della patente fino a 24 mesi», spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo.

«Non essendosi fermata all’”alt” è stata deferita alla Prefettura che valuterà una sanzione da 90 a 350 euro e la decurtazione di 3 punti. A ciò si aggiunge la velocità pericolosa in ore notturne con la decurtazione di ulteriori 5 punti ed una sanzione di 80 euro. In pratica, con un solo comportamento illecito la conducente ha perso quasi tutti punti sulla patente».

Sempre la notte scorsa una seconda ragazza di 26 anni, residente a Treviso, è stata fermata in via Nino Bixio mentre guidava con un tasso alcolico di 0,75 g/l: per lei è scattato il ritiro della patente e la sanzione amministrativa di 544 euro.

 

Nella notte fermato anche un giovane in possesso di sostanze stupefacenti. 
 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×