07/06/2023poco nuvoloso

08/06/2023nubi sparse e temporali

09/06/2023nubi sparse

07 giugno 2023

Treviso

Treviso nella morsa dello smog: "Strade scolastiche chiuse al traffico per proteggere i bambini"

La proposta di Coalizione Civica: "Intervento semplice per avere strade più sicure per pedoni e ciclisti e aria più pulita"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

strade scolastiche

TREVISO - A Treviso, ormai da giorni, l’aria è irrespirabile e le polveri sottili Pm10 sono schizzate oltre il doppio rispetto ai limiti consentiti per legge. In giorni come questi, gli addetti ai lavori consigliano di evitare di fare lunghe passeggiate e attività fisica all’aperto. “Dato che gli esperti evidenziano come gli effetti dello smog siano particolarmente pesanti sui bambini penso sia utile proporre una iniziativa semplice e concreta per ridurre la presenza di sostanze inquinanti nell’aria che respirano: l’istituzione delle “strade scolastiche””.

La proposta arriva da Coalizione Civica per Treviso: “Significa chiudere al traffico degli autoveicoli le strade di fronte alle scuole: si otterranno così strade più sicure per pedoni e ciclisti e aria più pulita per i bambini. Si creeranno così le condizioni perché le famiglie siano incoraggiate a portare i figli a scuola a piedi, in bicicletta o utilizzando i mezzi pubblici”. Lo scorso anno la richiesta delle “strade scolastiche” è stata l’oggetto, in oltre 40 città di dieci paesi europei, dell’iniziativa #StreetsForKids con cui le associazioni aderenti alla campagna Clean Cities (in Italia Legambiente, Kyoto Club, Cittadini per l’Aria e Bike to School) hanno reso pubblica e sostenuto la proposta. “StreetsForKids è, appunto, una strategia di chiusura delle strade per limitare il traffico motorizzato, creando zone pedonali e ciclabili di fronte alle scuole, almeno durante gli orari di consegna e di ripresa dei bambini e delle bambine".

“Quello della creazione delle “strade scolastiche” è un intervento semplice e a bassissimo costo per ridurre l’uso degli autoveicoli e il conseguente inquinamento, e migliorare la sicurezza di pedoni e ciclisti ottenendo così risultati positivi sia sul piano della salute che della qualità della vita. L’affollarsi di auto di fronte alle scuole trevigiane negli orari di entrata e di uscita dei bambini non è solo (e tanto) una questione di ingorgo del traffico quanto un problema per la salute dei bambini. Invito genitori, insegnanti, operatori scolastici a inviare un’e-mail o una lettera al sindaco di Treviso per chiedere una “strada scolastica” di fronte a ogni scuola”.

 

 

Foto dell'associazione no profit "Tutti giù per strada - Streets For Kids"

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×