26 gennaio 2021

Treviso

A Treviso la metropolitana di superficie che collega l'aeroporto con la stazione

Il collegamento su binario tra il Canova e la stazione ferroviaria permetterebbe di raggiungere facilmente anche Venezia

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

aeroporto treviso

TREVISO - Collegherà l’aeroporto Canova di Treviso con la stazione ferroviaria centrale per permettere a lavoratori e visitatori di raggiungere direttamente dallo scalo il centro città, proprio come nelle grandi città europee, e raggiungere facilmente anche Venezia. Si parla da tempo della realizzazione della metropolitana di superficie e oggi è stato fatto un asso in aventi verso l’attuazione.

Il Comune di Treviso ha infatti firmato un protocollo d’intesa con il gruppo Cassa Depositi e Prestiti per collaborare alla realizzazione della metropolitana di superficie di Treviso fra l’aeroporto ‘Antonio Canova’ e la stazione centrale. Grazie a questa intesa, la società per azioni fornirà consulenza, senza alcun onere per il Comune, di tipo tecnico-finanziario in favore dell’amministrazione nelle varie fasi di sviluppo e realizzazione del “people mover” in grado di collegare l’aeroporto “Canova” alla stazione ferroviaria.

Nello specifico, l’attività di consulenza da parte di Cassa Depositi e Prestiti potrà riguardare diverse fasi del progetto, dalla programmazione all’affidamento, fino all’esecuzione dell’opera. La realizzazione della metropolitana di superficie di Treviso consentirebbe significativi vantaggi di movimento ai cittadini veneti, comportando ricadute importanti per il collegamento con le principali località turistiche regionali come Venezia e le Dolomiti. Il progetto è volto infatti, con un’unica modalità di trasporto su binario, a collegare l’aeroporto Antonio Canova con la stazione ferroviaria di Treviso, con la conseguente possibilità di raggiungere facilmente anche Venezia. Si potrebbe prospettare inoltre, in futuro, un eventuale sviluppo, con prosecuzione del servizio dalla stazione ferroviaria fino alla cittadella sanitaria in corso di realizzazione per concludersi al polo di Sant’Artemio.

“Siamo felici di iniziare questo percorso con Cassa Depositi e Prestiti. Il supporto dell’istituzione finanziaria dello Stato rappresenta una risorsa in termini di supporto e progettazione della metropolitana di superficie di Treviso, così come di altre iniziative nel campo della mobilità e dell’ambiente”, spiega il sindaco Mario Conte. “Quello del “people mover” è un progetto che, se sostenibile, avrebbe una rilevanza strategica in quanto andrebbe a migliorare non solo i collegamenti fra punti strategici ma porterebbe benefici anche dal punto di vista ambientale con una riduzione delle emissioni inquinanti e il conseguente miglioramento della qualità della vita secondo una visione di città di respiro internazionale”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×