28/09/2022nuvoloso

29/09/2022nubi sparse e temporali

30/09/2022pioggia debole

28 settembre 2022

Treviso

Treviso, fermato il presunto scippatore seriale degli studenti

Nel mirino le collanine dei minorenni che entravano o uscivano da scuola

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Treviso, fermato il presunto scippatore seriale degli studenti

TREVISO - A seguito di un’articolata attività di indagine dopo alcuni episodi di rapine commesse a danni di minorenni, cui vengono sottratti con violenza i monili indossati, la Squadra Mobile di Treviso ha raccolto rilevanti e significativi elementi probatori a carico di un giovane ventenne della provincia di Treviso.

Il ragazzo, sembra, avrebbe strappato con violenza le collane d’oro indossate da ragazzi che si recavano o ritornavano da scuola. Il presunto autore di questi episodi criminosi è già noto per aver commesso fatti analoghi e indagato più volte dalla Polizia di Stato.

In particolare, di recente due sono gli episodi contestati: per il primo, l’attività di indagine effettuata dall’Arma dei Carabinieri ha permesso di riscontrare che lo scippatore, dopo aver seguito un minorenne dall’uscita di scuola sino alla fermata dell’autobus, lo ha aggredito all’atto di salire sull’autobus, provocandogli peraltro delle lesioni al collo.
Per il secondo episodio, l’attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile di Treviso ha consentito di accertare che il rapinatore, dopo aver aggredito con violenza un minore che scendeva dall’autobus per recarsi a scuola al fine di sottrarre una collanina d’oro, gli provocava diverse lesioni, sia pure lievi.
 L’articolato quadro probatorio, condiviso dall’Autorità giudiziaria, ha portato all’emanazione dell’ordinanza applicativa della misura cautelare personale degli arresti domiciliari, con l’ausilio del mezzo di rilevamento del c.d. braccialetto elettronico, eseguita da personale della Polizia di Stato, unitamente a personale dell’Arma dei Carabinieri.

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×