23 aprile 2021

Treviso

Treviso, fallimenti in calo: “Dato ingannevole”

L’Ordine dei commercialisti e contabili di Treviso mette in guardia: “E’ una situazione di quiete prima delle tempesta”

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

fallimento impresa

TREVISO - Tra 2019 e 2020 i dati evidenziano un calo dei fallimenti presentati in tribunale a Treviso. Nel 2020 in provincia di Treviso i fallimenti sono diminuiti sensibilmente, passando a 116 dai 160 del 2020, ma potrebbe essere l'effetto degli interventi normativi che hanno 'congelato' molte posizioni di aziende vicine alla crisi.

Nel frattempo la contrazione di liquidità per le imprese è sempre più pesante e le nuove regole sui conti correnti sono più stringenti in caso di sconfinamento, per cui è più facile diventare un cattivo pagatore.

Sul fronte della crisi di impresa a Treviso si registra  tra il 2019 e il 2020 un trend in discesa con -27% di procedure di fallimento, si è passati dalle 160 procedure del 2019 alle 116 del 2020, mentre i concordati hanno avuto un lieve aumento, passando dai 17 del 2019 ai 21 del 2020. Tra il 2018 e il 2019 i concordati erano scesi da 22 a 17 mentre i fallimenti erano passati dai 155 del 2018 ai 160 del 2019. Si tratta di dati in linea tendenziale con quelli del Veneto dove tra il 2019 e il 2020 i fallimenti sono calati del 27%, passando dai 987 del 2019 ai 713 del 2020, mentre i concordati sono diminuiti del 38%, passando dai circa 163 del 2019 ai 101 del 2020. Tra le province del Veneto, Treviso con i suoi 166 fallimenti dichiarati nel 2020 è al quarto posto dopo Padova con 161 fallimenti, Verona con 157 fallimenti, Vicenza con 137.

"Difficile poter dire se stiamo parlando di una situazione di quiete prima della tempesta o di una situazione sottovalutata- osserva David Moro presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Treviso - .Ci troviamo di fronte ad un'emergenza assolutamente imprevista ed imprevedibile che si è presentata in un momento di transizione in cui il sistema si stava organizzando per attuare una riforma strutturale della crisi di impresa e dell'insolvenza. Dobbiamo procedere con assoluta prudenza considerando che l'attuale globalizzazione crea delle forti interconnessioni tra sistema operativo e finanziario in un'area non più limitata al nostro territorio nazionale ma mondiale”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×