26 ottobre 2021

Treviso

Treviso, in via Castellana il nuovo polo logistico della Mom

Sette milioni di investimento per un'area di 33.000 metri quadri dove trovano posto 230 bus

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

deposito Mom

TREVISO - È stato inaugurato il nuovo polo logistico della Mom in via Castellana a Treviso. Nei circa 33.000 metri quadri trovano posto 230 bus, prima in via Polveriera.

Il nuovo deposito è stato collocato nell’immediata periferia del capoluogo, proprio per alleggerire l’impatto ambientale sul centro di Treviso, sul quartiere residenziale e sull’area dell’ospedale Ca’ Foncello. Attivo già dallo scorso febbraio è stato ufficialmente inaugurato oggi.

L’intervento, che ha comportato un investimento di 7 milioni, interessando una superficie di circa 33.000 metri quadri così suddivisi: 23.000 mila i metri quadri dedicati a sosta bus, sosta vetture del personale, viabilità e impianti di servizio. La restante area (10.000 metri quadri) è dedicata a opere di mitigazione ambientale: verde alberato, isola ecologica e vasca di invaso per garantire l’invarianza idraulica. Un progetto i cui lavori sono stati avviati nel 2020 e che, nonostante lo stop forzato ai cantieri a causa del lockdown, ha visto il completamento dell’opera in poco più di un anno.

Mom ha recentemente aggiunto un altro tassello alla realizzazione del nuovo quartier generale di via Castellana con l’acquisizione dell’area ex Iva. Si tratta di una superficie di 7.365 mq (importo di acquisto 260.000 euro) che consentirà la realizzazione della nuova sede amministrativa. Il progetto sarà messo in gara tramite contratto di disponibilità, con accordo pubblico-privato analogo a quello sottoscritto per l’area di deposito, al fine di consentire la realizzazione delle opere in tempi rapidi, comunque entro il 2023.

“Il nuovo polo logistico è solo un tassello degli investimenti che abbiamo intenzione di fare - ha dichiarato Giacomo Colladon, presidente di Mobilità di Marca –Ora abbiamo un deposito con officina che conta 230 veicoli tra autobus ed autoarticolati, è stata utilizzata tecnologia avanzata ed abbiamo rispettato l’ambiente. Punteremo anche sull’intermodalità, che vuol dire che il trasporto su gomma deve dare supporto a quello su ferro: per questo abbiamo presentato un piano guida per realizzare l’autostazione a fianco della stazione dei treni a Treviso. Altro obiettivo è la realizzazione di un deposito di 21 mila mq a Castelfranco, che diventerebbe la seconda area più importante della provincia”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×