19 ottobre 2021

Treviso

Treviso, cartolina minatoria al sindaco Conte: "Chi ti credi di essere? Crepa"

E' arrivata ieri mattina in municipio, il sindaco: "Follia, linguaggio intimidatorio e cattiveria". Tanti i messaggi di solidarietà

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Mario Conte

TREVISO - "Al sindaco di Treviso Mario Conte, detto il Führer". Questo quanto scritto sulla cartolina minatoria arrivata ieri mattina in municipio a Treviso e indirizzata al primo cittadino.

Il testo della cartolina che raffigura il chiostro della Basilica di Santa Maria Maggiore a Treviso e riporta la data del 24 luglio continua con insulti al sindaco e minacce di morte: “Chi ti credi di essere per allungare le sgrinfie sui diritti del popolo sanciti dalla sacra e inviolabile Costituzione?”, Si legge nel messaggio scritto da ignoti. “E’ tanta la tua sete di potere che ti ci sei bevuto anche quel poco di cervello che ti era rimasto? Crepa!".

Conte ieri ha pubblicato la cartolina intimidatoria nella sua pagina Facebook commentando il messaggio con queste parole: “La follia, il linguaggio intimidatorio e la cattiveria in un’unica cartolina arrivata in Municipio. Avanti”.

La cartolina arriva a Cà Sugana 

Tanti i messaggi, per esprimere solidarietà al sindaco, arrivati nelle scorse ore da colleghi sindaci, dai consiglieri comunali di Treviso,  di maggioranza e opposizione, e da tutte le forze politiche.

“Al di là delle differenze di colore politico e di idee riteniamo di esprimere la nostra solidarietà al sindaco di Treviso Mario Conte che ha ricevuto nei giorni scorsi insulti e provocazioni, fino alla cartolina con scritto "crepa””, scrive il Pd di Treviso. “Riteniamo che ogni istituzione ed ogni persona meriti il rispetto degli altri. Mario Conte per una volta siamo dalla stessa parte”.

“Robe da matti”, commenta Gianantonio Da Re, europarlamentare della Lega - “solidarietà e piena vicinanza al nostro sindaco. Conoscendo lo spirito dell'amico Mario, sono convinto che dopo queste deplorevoli minacce è ancora più determinato e convinto di lavorare per la sua comunità”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×