28 settembre 2021

Treviso

A Treviso arriva la pasta fresca solidale per le famiglie in difficoltà

Fondazione Oltre il Labirinto ha messo in piedi una piccola task force con l’obiettivo di produrre e consegnare la pasta dal primo aprile

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

pasta solidale

TREVISO - L’emergenza sanitaria in corso ed il conseguente blocco delle attività commerciali e lavorative rappresentano un’enorme problematica per tante famiglie, soprattutto dal punto di vista economico. In tanti, anche a Treviso, si stanno mobilitando per dare un sostegno.

Lo ha fatto Fondazione Oltre il Labirinto che negli ultimi giorni ha messo in piedi una piccola task force, capitanata da Marco Varisco, artigiano maestro del cristallo e Presidente dell’associazione XI di Marca, con l’obiettivo di produrre e consegnare della pasta fresca artigianale alle famiglie più bisognose della città di Treviso. 
 Fondazione è in grado di produrre circa 20 kg di pasta fresca al giorno, e la produzione è iniziata lunedì 30 marzo per poi essere distribuita a partire da mercoledì 1 aprile.

“Abbiamo già informato il sindaco Mario Conte di questa iniziativa e stiamo attendendo le sue disposizioni per organizzare al meglio la distribuzione, in base alle richieste delle famiglie, valutate anche dai servizi sociali del Comune”, spiegano Marco Varisco e Mario Paganessi, direttore della Fondazione.

Compongono la task force gli operatori della Fondazione Oltre il Labirinto onlus (che ha messo a disposizione il proprio personale ed i macchinari per la produzione della pasta fresca, lo chef Omar Lapecia Bis che ha curato la ricetta, la famiglia Da Re, l’azienda “Bibanesi”, che ha donato tutte le materie prime, il chimico Giancarlo Tonolo e la tecnologa alimentare Michela Livot che stanno seguendo i processi di etichettatura e confezionamento della pasta.  

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×