27 gennaio 2021

Treviso

A Treviso arriva l'agente Luke, il nuovo cane antidroga della polizia locale

Il pastore olandese in servizio da oggi sarà impiegato anche per i controlli su strada

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Luke

TREVISO - Luke, pastore olandese di due anni e mezzo dal temperamento vivace. E’ lui il nuovo cane antidroga della polizia locale di Treviso. Insieme al suo conduttore Daniele Vettorello compone la nuova unità cinofila antidroga, l’unica presente in città, che sarà già operativa nei controlli a partire da oggi pomeriggio.

“Luke - ha annunciato il comandante dei vigili Andrea Gallo - sarà impiegato anche per controlli su strada dalle pattuglie del pronto intervento e sarà disponibile all’occorrenza a supportare nei controlli anche le altre forze dell’ordine trevigiane”.

“Luke è un esemplare con potenzialità enormi, dal carattere forte, è un cane ideneo per essere impiegato nell’unità cinofila” - spiega Alberto dell’associazione sportiva specializzata, Malanoche, centro di addestramento cinofilo con sede a Fanzolo di Vedelago, incaricata nel  giugno  scorso dal Comando di Polizia Locale di reperire un cane antidroga idoneo. “Abbiamo iniziato l’addestramento ad agosto e completato a dicembre. Per l’addestramento è stata utilizzata una metodologia chiamata "metodo ABA"
che prevede l'uso del clicker per fissare i comportamenti e il gioco come
rinforzo. La particolarità sta nella segnalazione che è di tipo passiva: quando Luke scova la droga si “frizza” davanti al luogo interessato e non si muove finché il conduttore non controlla l’area indicata dal cane”. “La gestione di un cane da lavoro con doti caratteriali marcate non è un compito facile e alla portata di tutti in particolar modo per chi si approccia all'unità cinofila per la prima volta”, sottolineano, “ma fin da subito il conduttore si è dimostrato da
subito in grado di assolvere al compito che gli è stato assegnato”.


“Riuscire ad avere una unità cinofila antidroga operativa in soli quattro mesi rappresenta una sorta di record in quanto, solitamente, per riuscire a rendere operativa una unità cinofila sono necessari sei-otto mesi. Questo è stato possibile grazie alla professionalità della società che ha collaborato con noi alla scelta del cane, alla disponibilità di intensificare l'addestramento e, non ultima, la
forte determinazione del conduttore che si è prestato in via continuativa,
pressoché ogni giorno, alle operazioni di addestramento del cane”, chiude il comandante Gallo.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×