24 febbraio 2021

Treviso

Treviso, aria inquinata da giorni ma l’ordinanza antismog è sospesa

Da sette giorni i valori di Pm10 presenti nell'aria sono oltre i limiti di legge

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

smog treviso

TREVISO - A Treviso è allarme inquinamento. Da ormai sette giorni i livelli di Pm10 presenti nell’aria trevigiana hanno oltrepassato i limiti consentiti per legge, fissati a 50 microgrammi per metro cubo d’aria.

La colonnina di rilevazione delle Pm10 di Arpav, installata in via Lancieri di Novara, viaggia su livelli di qualità dell’aria definiti “scadenti”. Dallo scorso 15 dicembre i valori delle polveri sottili non sono mai scesi sotto quota 55 microgrammi per metro cubo d’aria.

Il picco registrato la scorsa notte è stato di 86 microgrammi/m3. Solo domenica mattina la curva dei valori delle polveri sottili è scesa sotto il valore limite giornaliero consentito. “Negli ultimi giorni i livelli di Pm10 hanno cominciato a salire portandosi rapidamente al di sopra del limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo d’aria - comunica in una nota l’Arpav - nelle zone di Treviso e Castelfranco è stato raggiunto il livello di criticità 1, ovvero 4 (o più di 4) giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero”.

A Treviso, secondo l’ordinanza antismog in vigore nel comune, dopo 4 giorni consecutivi di sforamenti sarebbe scattata l’allerta arancione, che blocca la circolazione dalle 8.30 alle 18.30 alle vetture alimentate  a benzina Euro 0 e 1, veicoli  a gasolio Euro 0, 1, 2, 3 e Euro 4, i veicoli commerciali a gasolio fino a Euro 3  oltre ai ciclomotori e motoveicoli Euro 0. Ma l’ordinanza, come ogni anno in vista delle festività natalizie, è stata sospesa dal 20 dicembre e sarà di nuovo attiva solo dal 7 gennaio.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×