16 ottobre 2021

Treviso

Treviso, al via i primi esami di maturità: "Impegnativo ma che emozione!"

Niente scritti prova unica in presenza con maxi colloquio orale. Ecco i primi maturandi del 2021 tra applausi e sostengo degli amici

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

maturandi 2021 Duca degli Abruzzi

Alcuni dei maturandi della 5^C linguistico del Duca degli Abruzzi 

TREVISO - Al via questa mattina, mercoledì 16 giugno, gli esami di maturità per 7.847 mila studenti trevigiani delle scuole superiori. Niente scritti, prova unica in presenza con un maxi orale della durata di circa un’ora partendo dall’elaborato il cui argomento stato assegnato a ciascun studente dal consiglio di classe.

3^C del liceo classico Canova

“I primi 15 minuti sono dedicati all’elaborato preparato, io ho portato Gli effetti collaterali dell’Eros e Ovidio - ci racconta Marta Mastrello della 3^A del liceo classico Canova - poi si passa alla parte di italiano con discussione di uno dei 50 tra testi e poesie a disposizione nell’ambito delle letteratura italiana e l’analisi di un documento, noi avevamo un’immagine di arte, da collegare con scienze, inglese e storia. L’ultima parte è dedicata all’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro. Io ho seguito il dopo scuola alle scuole Ciardi con l’associazione OltreFiera. Mi sono trovata benissimo e dopo le due settimane obbligatorie ho continuato fino a maggio”. “Non è stato facile preparare l'esame tra dad e lezioni in presenza - ammette Marta - ho faticato a trovare l’equilibrio ma devo dire che i professori sono stati disponibili e ci hanno aiutato molto in questi mesi”.

Martina, Bernardo e Anna della 5ˆC linguistico del Duca degli Abruzzi

“Sono stata la prima della mia classe a fare l’esame oggi alle 8.30. Ho rotto il ghiaccio ed è andata benissimo. Non so se i professori mi hanno aiutata perché ero la prima a sostenere l’esame ma devo dire che sono molto soddisfatta”, racconta Anna Roman della 5ˆC linguistico del Duca degli Abruzzi. “Tornare a scuola? E’ stato emozionante. Dopo un inverno di dad e gli ultimi mesi in presenza finire quest’anno scolastico con l’esame in presenza davanti ai nostri prof e rivedere i miei compagni è stato bello”, dice circondata dai compagni che devono sostenere l’esame nei prossimi giorni.

“Questa mattina ero agitatissima - dice Martina Roson della 5ˆC linguistico - è stato fondamentale il sostengo dei miei compagni. Mentre aspettavo nell’aula accanto a quella degli esami, una ragazza che ha fatto l’esame prima di me, mi ha tranquillizzato e sono entrata più serena”. Meglio questa modalità o preferivi il classico esame con le tre prove scritte più l’esame orale? “Dal punto di vista del tempo meglio questo, da oggi sono già in vacanza - dice Martina esultando - ma per chi ha più difficoltà nell’orale ed è più emotivo questa prova certamente è più tosta”.

Applausi dai compagni per Bernardo che esce dall'orale: “Esame fatto, è andata, ora meritato risposo”, dice il giovane della 5ˆC linguistico. “Sono stati settimane impegnative ma anche molto emozionanti”. Per il futuro? “Continuerò con lo studio delle lingue, russo, spagnolo e inglese”.
Isabella Di Maio della 5^D scienze umane

Cambia strada invece Michele Guglielmini della 3^C del liceo classico Canova: “MI iscriverò ad Ingegnerie Edile a Padova. Ma prima vacanze e allenamenti in canoa”.

"In questi quasi due anni ci sono mancate la socialità, la condivisione, il rapporto con i prof e lo sviluppo di competenze che si imparano solo vivendo la scuola - dice Isabella Di Maio della 5^D scienze umane, festeggiata con fiori e palloncini - Credo che la maturità sia il completamento di un percorso che per noi, tra dad e lezioni frontali, non è stato completo. Ma ora guardiamo al futuro".

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×