28 luglio 2021

Treviso

I tre fratellini escono a portare fuori il cane: beccati a trecento metri da casa, multa da 400 euro

Il padre: "Li controllavamo dalla finestra di casa"

|

|

passeggiata

TREVISO – I bambini chiusi in casa da più di venti giorni dati divieti dovuti al Coronavirus e che insistono per uscire. I genitori, allora, pur consapevoli dei divieti, acconsentono ed affidano il compito ai tre figlioletti di portar fuori il cane e recarsi a prendere l’acqua al distributore a circa trecento metri di distanza, controllandoli dalla finestra.

 

Il caso però vuole che proprio in quei dieci minuti di passeggiata passi una pattuglia della polizia locale, che vede i ragazzini e fa una multa da 400 euro ai genitori per violazione del decreto emesso per limitare la diffusione del Coronavirus, con la precisazione che i tre figli minori si trovavano da soli senza la presenza di un accompagnatore.

 

Il caso ci viene segnalato da un lettore. “Il tragitto secondo Google Maps è di 350 metri, tutto su stradina interna e per 300 metri dritta facilmente monitorabile per la prima metà dalla finestra del secondo piano di casa nostra e anche senza tante abitazioni visto che tutto il lato sinistro è occupato da un plesso scolastico – scrive in una mail il genitore -. I bambini poi sanno come comportarsi nel caso incrocino qualcuno, visto che con i vicini sono sempre stati attenti a mantenere le distanze e restare nel proprio giardino. Allora guinzaglio al cane, zaino in spalla pronti via... avventura finita dopo dieci minuti, con multa di 400 euro elevata dalla polizia municipale per violazione dell'articolo 1 comma del Dpcm dell'8 marzo 2020, precisando che i tre figli minori si trovavano da soli senza la presenza di accompagnatore”.

 

“Dispiace – aggiunge - perché 400 euro (sconto del 30% se pagati entro 30 giorni) per una famiglia monoreddito in questo periodo non sono pochi. Dispiace perché si è preferito sanzionare anziché argomentare e correggere. Dispiace perché non siamo dei furbetti che portano fuori il cane più volte al giorno per fare una passeggiata o vanno ogni giorno a fare la spesa. E dispiace, infine, perché abbiamo sempre preso sul serio le disposizioni anti Coronavirus”.

 



Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×