26 settembre 2021

Cronaca

Tragedia per un selfie di gruppo: fulmine uccide 16 persone

Le vittime si stavano facendo un foto in cima al Forte Amber

| Ilaria Frare |

| Ilaria Frare |

India: tragedia per un selfie di gruppo

INDIA - Il fatto è accaduto domenica scorsa vicino a Jaipur, nel nord dell'India. Secondo quanto riporta la BBC, le vittime erano impegnate a scattarsi un selfie in cima ad una torre di guardia del Forte Amber, monumento risalente al dodicesimo secolo, quando il temporale si è abbattuto sulla località. La polizia ha dichiarato che, al momento dell'incidente, si trovavano in cima alla fortezza circa una trentina di persone quasi tutti ragazzi giovani.

Nello stesso giorno altre dieci persone sarebbero morte a causa di fulmini negli stati dell'Uttar Pradesh e del Madhya Pradesh. Secondo i dati ufficiali riportati dalla Bbc, i fulmini uccidono in media circa duemila indiani ogni anno, in particolare durante la stagione dei monsoni, tra giugno a settembre.

Si calcola inoltre che le foto selfie scattate ogni giorno sono circa 100 milioni. L’82 per cento dei giovani americani, tra i 18 e i 34 anni, sono soliti farli. E l’aumento della spesa legato a questa attività è pari a circa il 5 per cento. Dal Rapporto, che rilancia uno studio dell’India Institute of Medical Sciences di Nuova Delhi, emerge inoltre che la fascia d’età maggiormente coinvolta è quella di età compresa tra i 20 e i 29 anni e, per la quale si contano centosei vittime, a cui segue quella relativa alla fascia 10-19 anni dove le vittime sono ben 76.

Altre venti vittime si contano nella fascia tra i 30 e i 39 anni, due tra i 50 e i 59 anni e tre tra i 60 e i 69 anni. In totale, delle 259 persone rimaste vittime dei selfie estremi, 153 sono uomini, 106 donne. La maggior parte degli incidenti sono avvenuti a causa di cadute dall’alto di palazzi ma anche montagne e scogliere e dall’investimento da parte di treni: in molti casi, nel tentativo di farsi un selfie sui binari.  

 

 


| modificato il:

Ilaria Frare

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×