23 novembre 2020

Treviso

Tornano le mele che fanno bene, anche a domicilio

Il progetto "Frutto di un Sostegno Sociale" per aiutare le persone più fragili e le comunità alloggio trevigiane

|

|

mele

TREVISO - L’emergenza sanitaria in atto ha duramente colpito anche le Comunità Alloggio trevigiane che, oltre all’innegabile preoccupazione per la salute dei residenti delle proprie strutture, devono anche fare i conti l'enorme aumento dei costi per la gestione e la tutela degli ospiti. Persone che, oltre alla disabilità, si trovano spesso a dover affrontare diverse patologie collegate al loro handicap o alla loro età e che, per questo, devono essere ancora più salvaguardate dal Coronavirus.

Una situazione complicata ed onerosa, alla quale i volontari delle Pro Loco e di altre associazioni di volontariato non si sono voluti sottrarre nemmeno quest’anno.

Ecco che torna anche quest’anno il progetto “Frutto di un sostegno sociale”, iniziativa promossa per la prima volta 20 anni fa dalla Fondazione Il Nostro Domani Onlus, il cui ricavato andrà alle 10 comunità alloggio che operano nel territorio.

Domenica 8 novembre
le associazioni Pro Loco, Alpini, Avis, parrocchie, gruppi spontanei, Anffass e molte altre prenderanno parte alla raccolta fondi, scendendo in oltre 150 piazze per distribuire migliaia di cassette di mele biologiche Osiris a fronte di un piccolo contributo (12 euro a confezione) destinato interamente alle attività delle Comunità-Alloggio.  “Lo faremo in assoluta sicurezza, per noi e per chi ci verrà a trovare – commenta Roberto Franceschet, presidente del Consorzio Pro Loco Quartier del Piave – consapevoli che ogni piccolo aiuto ha un enorme valore per le Comunità Alloggio".

 E per dare a tutti i cittadini la possibilità di sostenere l'iniziativa anche senza uscire di casa nel pieno rispetto delle indicazioni del recente Dpcm, gli organizzatori hanno attivato il numero telefonico 349.8651082 per consentire la prenotazione delle cassette di mele, che verranno poi consegnate direttamente a domicilio.  

 



Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×