28 settembre 2021

Cronaca

Terza dose, Zaia: "Cosa fare? Ce lo devono dire gli scienziati"

"Ondata in corso ha aspetti anomali" - Covid: Veneto torna sopra i 1.000 casi in un giorno

|

|

Terza dose, Zaia:

VENETO - Sulla terza dose di vaccino, "se vogliono farmi un favore dovrebbero decidere di non farla, perché è un altro sforzo per il nostro personale medico non da poco. Ma detto questo, i richiami si fanno, anche per l'influenza". Lo ha affermato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel corso della conferenza stampa per fare il punto sull'emergenza Covid. "Ci dicano gli scienziati cosa si deve fare con la terza dose, ci dicano in maniera univoca se serve o no. Ma gli scienziati, non la politica, perché su questo non può decidere la politica. Vediamo se riescono a produrre un documento firmato da tutti", ha sottolineato Zaia.

"L'ondata che oggi è in corso - continua Zaia - ha caratteristiche anomale rispetto a quelle dei mesi scorsi. Vi sono aspetti atipici: il tasso di ospedalizzazione è basso, il rapporto tra contagiati e ospedalizzati non è in linea con quanto accaduto fino ad oggi e vi è una quantità importante di asintomatici". "Questi fattori di novità sono dettati in particolare dalla presenza delle vaccinazioni - ha sottolineato Zaia - e dove non c'è il vaccino, il virus mette radici".

Torna a superare quota 1.000 in un giorno i nuovi positivi al Covid in Veneto. Nelle ultime 24 ore sono stati 1.043 i casi di contagi rilevati con i tamponi, che sono stati 42.282, per una incidenza del 2,47%. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dal febbraio 2020 sale così a 435.954. Stabili invece i decessi, fermi a 11.641. Presentando i dati, il presidente Luca Zaia ha osservato che il modello matematico cui si affida la Regione prevedeva che in questa settimana la crescita dei casi giornalieri potesse arrivare anche a 1.500. Salgono di conseguenza anche soggetti in isolamento, 11.927, mentre prosegue la discesa dei dati ospedalieri: il totale dei ricoverati è pari a 156 (-9), dei quali 139 (-8) in area medica e 17 (-1), in terapia intensiva.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×