20/07/2024pioggia e schiarite

21/07/2024nubi sparse

22/07/2024nubi sparse

20 luglio 2024

Nord-Est

Terrore nella villa di Roberto Baggio: famiglia aggredita da banditi armati. L'ex giocatore colpito alla testa

L'incubo è iniziato intorno alle 22, quando almeno cinque uomini armati hanno fatto irruzione

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Terrore nella villa di Roberto Baggio: famiglia aggredita da banditi armati. L'ex giocatore colpito alla testa

ALTAVILLA VICENTINA (VICENZA) – Momenti di puro terrore hanno scosso la famiglia di Roberto Baggio ieri sera, mentre l'Italia giocava contro la Spagna. Secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto, l'incubo è iniziato intorno alle 22, quando almeno cinque uomini armati hanno fatto irruzione nella villa di Baggio ad Altavilla Vicentina.

L'Assalto e l'aggressione

Baggio ha cercato di difendere la sua famiglia, ma è stato brutalmente colpito alla testa con il calcio di una pistola, riportando una grave ferita. L'ex numero 10 e i suoi familiari sono stati rinchiusi in una stanza per quasi un'ora, mentre i malviventi saccheggiavano la villa, portando via orologi, gioielli e denaro.

L'Intervento delle forze dell'Ordine

Quando i ladri sono fuggiti, Baggio ha sfondato la porta della stanza e ha chiamato i carabinieri. Le forze dell'ordine, oltre a raccogliere le testimonianze della famiglia, hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza nella speranza di identificare i responsabili.

Conseguenze per la famiglia

Più tardi, Baggio è stato trasportato in ospedale per ricevere le cure necessarie alla ferita riportata. Fortunatamente, la moglie e i figli sono rimasti illesi fisicamente, ma profondamente scossi dall'esperienza traumatica.

Una notte da incubo

L'irruzione ha trasformato una serata apparentemente tranquilla in un vero incubo per una delle icone del calcio italiano e la sua famiglia. Le indagini sono in corso e le autorità sperano che le registrazioni delle telecamere possano fornire indizi cruciali per catturare i colpevoli.

"Esprimo vicinanza e solidarietà a Roberto Baggio e ai suoi familiari, e sono certo di potergli inviare l'abbraccio di tutti i Veneti che ha fatto sognare con la sua abilità ineguagliabile sull'erba dei campi internazionali" .Lo afferma in una nota il presidente del veneto Luca Zaia, dopo l'aggressione subita ieri sera dall'ex calciatore nella sua villa ad Altavilla Vicentina. "Mi auguro - prosegue Zaia - che 'Divin Codino', campione simbolo del nostro calcio e della nostra regione, persona che sentiamo vicina e amica, possa rimettersi presto insieme ai suoi da questa brutta serata e dalle ferite per le quali è stato seguito e medicato dal personale delle strutture sanitarie di Arzignano della Ulss Berica, con cui mi sono tenuto in contatto. L'esperienza vissuta nella sua abitazione, colpito e derubato da parte di malviventi inqualificabili, accomuna la sua ad altre famiglie che hanno purtroppo subito esperienze simili e, come per tutti i casi - conclude - confidiamo che i malviventi possano essere assicurati presto alla Giustizia".

LEGGI ANCHE

Roberto Baggio: "Grazie per l'affetto". Le prime parole dell'ex Pallone d'Oro dopo la rapina


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×