30 maggio 2020

Castelfranco

Terremoto: ditta dona tendostruttura, ma la burocrazia ostacola

Il caso sollevato dalla Coldiretti di Castelfranco. Feltrin: “Burocrazia coda sismica aggiuntiva”

| commenti |

| commenti |

Terremoto: ditta dona tendostruttura, ma la burocrazia ostacola

CASTELFRANCO - “La burocrazia è una coda sismica che rende ancora più drammatica la situazione di migliaia di persone terremotate che, cosa incredibile, non riescono nemmeno ad accedere agli aiuti”.

Le parole sono di Walter Feltrin, presidente di Coldiretti Treviso che riceve da più parti segnalazioni sulle difficoltà che le imprese agricole terremotate stanno vivendo a causa di una burocrazia che sta congelando i problemi. Un’azione solidale che sta vivendo questo tipo di problematiche è quella che vede protagonista proprio Coldiretti di Castelfranco Veneto e la generosità di un’azienda cittadellese, la Extend Srl specializzata in tensostrutture, che quest'anno festeggia i 25 anni di attività.

 

"Per festeggiare volevamo organizzare una grande festa con clienti e dipendenti. In quei giorni però il freddo e la neve rendevano ancora più pesanti le grosse difficoltà con cui dovevano lottare ogni giorno le popolazioni delle zone terremotate, così abbiamo deciso di destinare a loro quanto avremmo investito per la festa - racconta il titolare Emilio Tosetto - Volevamo fosse qualcosa di concreto e utile nell'immediato e si è pensato di donare una tendostruttura per ricovero animali vista la quantità di allevatori in difficoltà".

Così la Extend Srl di Cittadella, grazie a dei rapporti personali, si è rivolta a Coldiretti di Castelfranco Veneto per individuare i beneficiari del dono: “Coldiretti si sta attivando a vari livelli per supportare le aziende agricole colpite dal terremoto che continuano a trovarsi in una situazione drammatica. Nell'area del terremoto l’inverno è finito con sole 33 stalle in grado di ospitare gli animali su 1400 necessarie, a causa degli inaccettabili ritardi burocratici che sono costati la vita sino ad oggi a diecimila animali – spiega Teresa Pamio, presidente di Coldiretti Castelfranco Veneto -  Quando la Extend ci ha contattato ci siamo messi subito al lavoro per individuare un’azienda che avesse un’emergenza per quanto riguardo il ricovero degli animali e l’abbiamo individuata in provincia di Ascoli. Tutto semplice? Niente affatto. Ci sono voluti più di tre mesi per l’autorizzazione ad installare la tendostruttura”. Un tempo incomprensibile per chi pensa che quelle persone vivono delle emergenze a volte fatali.

 

"Siamo molto amareggiati però dalle difficoltà incontrate. La burocrazia sta bloccando gli aiuti. Questa tendostruttura poteva essere operativa già da qualche mese, invece, stiamo ancora aspettando per poterla installare. Ci auguriamo di poter procedere quanto prima" conclude Tosetto.

 

Per aiutare le aree rurali – conclude la Coldiretti - è ancora attivo uno specifico conto corrente denominato “COLDIRETTI PRO-TERREMOTATI” (IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000) dove indirizzare la raccolta di fondi.

 

(Nella foto Emilio Tosetto e Teresa Pamio)

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×