15 giugno 2021

Vittorio Veneto

Terremoti, sconvolgimenti e spinte tettoniche: così è nato il Cansiglio

I processi geologici che hanno portato alla formazione dell’attuale altopiano veneto-friulano, un tempo placida laguna.

| Ilaria Frare |

| Ilaria Frare |

Piana del Cansiglio

CANSIGLIO - Ed è proprio dalle sue due ere, il Giurassico e il Cetaceo, che sono partiti Elena Anna Manfrè, Alberto Riva e Nereo Preto per raccontare, illustrare e spiegare a visitatori ed appassionati la storia geologica del nostro Cansiglio. I risultati sono stati raccolti nell'interessante quaderno "Appunti di geologia - Altopiano del Cansiglio", appena pubblicato da Veneto Agricoltura in collaborazione con la Regione Veneto, scaricabile gratuitamente attraverso il link del sito venetoagricoltura.org.

Ma torniamo indietro di milioni di anni, a quando il processo di formazione dell’Altopiano del Cansiglio come lo consociamo è iniziato: da delle rocce sedimentarie di origine organica, composte da miriadi di organismi marini, depositate sul fondo di un mare antichissimo. Grazie ai movimenti tettonici che hanno interessato la zona, il fondale marino è emerso dando forma alle attuali montagne. Infatti, come spiegano dagli autori della ricerca, il Cansiglio era in origine una sorta di basso fondale marino affacciato su un mare più profondo.

Nel corso di milioni di anni la Piana ed i territori circostanti sono stati soggetti a forti oscillazioni, le quali, sommersero le sue vaste aree e zone limitrofe portando alla deposizione di sedimenti di mare più o meno profondi. La continua alternanza di fasi di immersione ed emersione, con conseguenti rilasci di depositi, sono riusciti a creare qualcosa che oggi potrebbe ricordare una scogliera, anche se ben lontana dalle forme classiche che conosciamo poiché costituite per la maggior parte da organismi completamente estinti.

Il bordo che divideva l'area biocostruita dal bacino aveva un andamento circa Nord Est-Sud Ovest, un po' come la direzione della lunghezza della piana del Cansiglio e, il profondo mare adiacente, si trovava a Nord-Ovest, laddove ora si può scorgere la Val Lapisina, il Visentin e oltre. L'interessante pubblicazione, ricca di contributi fotografici, immagini mozzafiato dell'Altopiano ed illustrazioni, racconta una straordinaria storia lunga milioni di anni: la storia geologica del nostro territorio, perla preziosa del Veneto.

 

 


| modificato il:

Ilaria Frare

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×