25 luglio 2021

Nord-Est

Tenta di rubare un anello in oreficeria: “È per riconquistare la mia fidanzata”

L'altra notte tentata rapina dalle motivazioni per lo meno curiose

|

|

Polizia

UDINE - Rapina dai contorni curiosi nella notte tra martedì e mercoledì a Udine. Verso le ore 3.45 spaccata ai danni della vetrina espositiva di un’oreficeria del centro, in via Mercatovecchio. Sul posto due Volanti che hanno sentito un residente che, dopo aver udito tre forti colpi inferti ad una vetrata, sceso in strada, aveva visto ed iniziato ad inseguire l’autore della spaccata, un uomo in sella ad una bicicletta, poi allontanatosi.

Lo stesso aveva infranto completamente, anche se non abbattuta, una vetrata dell’oreficeria con un “sanpietrino” rinvenuto poi sotto i portici macchiato di sangue fresco, presente tra l’altro anche sulla crepa del vetro, senza riuscire ad asportare nulla. Con la descrizione ottenuta, gli agenti delle Volanti hanno cercato il presunto colpevole, fermato qualche minuto dopo in una via vicina, in sella alla bicicletta. L’uomo, un cittadino italiano 25enne residente a Udine, aveva tra l’altro una ferita alla mano destra con fuoriuscita di sangue, che lo stesso si era cagionato colpendo la vetrina col cubetto di porfido.

Portato in Questura per il prosieguo dell’attività, l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria competente per il tentato furto aggravato: il ragazzo ammessa la propria responsabilità si è “giustificato” dicendo ai poliziotti che voleva rubare un anello per la propria fidanzata, salvando così la loro relazione.
 

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×