29/09/2022nubi sparse e temporali

30/09/2022pioggia debole

01/10/2022parz nuvoloso

29 settembre 2022

Treviso

Il Telefono Azzurro cerca nuovi volontari

"Giovani in servizio civile, tirocinanti e volontari per accompagnare servizi, progetti e iniziative in partenza a settembre"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Telefono Azzurro

TREVISO - Giovani in servizio civile, tirocinanti e volontari. Il Centro territoriale di Telefono Azzurro a Treviso cerca giovani e adulti per accompagnare servizi, progetti e iniziative in partenza a settembre. Nei prossimi mesi Telefono Azzurro punterà sull’educazione alla cittadinanza digitale, in particolare per i bambini e i ragazzi, nell’ambito dell’impegno dentro al Patto di Treviso e alcuni servizi di accoglienza e accompagnamento per minori in difficoltà.

Per dare gambe, vitalità e forza a queste attività Telefono Azzurro Treviso sta cercando nuovi volontari che abbiano il desiderio di conoscere ed accompagnare esperienze, progetti e laboratori sul territorio e nelle scuole, dopo un percorso di formazione.
Inoltre nel recente bando del ministero sul servizio civile, sono previsti 2 posti per giovani tra i 18 e i 28 anni che desiderano vivere una significativa esperienza di cittadinanza in un progetto dal titolo: Famiglie in rete. L’obiettivo è il sostegno di nuclei familiari nell’educazione digitale dei minori con particolare attenzione ai rischi connessi alla rete e all’utilizzo dei media digitali. Le attività, a titolo di esempio, saranno: curare la produzione di corsi e guide rivolte ai genitori in merito alla responsabilità e alle sfide proprie dell’educazione digitale; realizzare una campagna di sensibilizzazione riguardante l’educazione alla sicurezza informatica; redigere materiale informativo inerente alle tematiche della cittadinanza digitale.

“Le due esperienze che abbiamo fatto questa estate con oltre 700 bambini e preadolescenti nei centri estivi trevigiani consolidano ora la nostra motivazione a proseguire in questo lavoro - spiegano al Centro Territoriale -. L’incontro, l’ascolto e il dialogo ci conferma la necessità di offrire loro spazi di confronto, dove acquisire consapevolezza interna, prima che conoscenza tecnica, sui temi del digitale. Non solo, loro ci rimandano all’urgenza di avere accanto adulti credibili e rispettosi quantomeno delle stesse regole che impongono ai propri figli”.

“La seconda area di lavoro per noi riguarda il servizio di ascolto, accoglienza, tutela dei minori in difficoltà e delle loro famiglie. Lo facciamo in rete con altre significative organizzazioni del territorio. Proseguiremo inoltre il dialogo con le famiglie ucraine che abbiano conosciuto in questo tempo estivo ai laboratori al Centro dove abbiamo anche potuto raccogliere e condividere frammenti di storie di bambini in fuga dalla guerra che chiedono ora di recuperare bellezza, fiaba, amicizia”.
Per informazioni centroterritoriale.treviso@azzurro.it.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×