18 ottobre 2021

Treviso

"Tassazione insostenibile": a Preganziol le opposizioni insorgono

Forza Italia all'attacco contro l'aliquota Tasi al massimo consentito

| Davide Bellacicco |

immagine dell'autore

| Davide Bellacicco |

PREGANZIOL- A quasi un anno dalla tornata elettorale che ha visto il centro-sinistra conquistare la fiducia degli elettori di Preganziol, è tempo di analisi. Nel consiglio comunale di mercoledì 29 aprile è stato discusso il primo rendiconto dell’amministrazione Galeano, rendiconto che ha scatenato il tenace dissenso delle opposizioni, in particolare di Forza Italia che, con il suo capogruppo Dino Vecchiato, attacca la tassazione ritenuta eccessiva definendola un “bagno di sangue” per i cittadini. Secondo Vecchiato, con la nuova amministrazione ci sarebbero state in media 80 euro in più di prelievo fiscale a cittadino residente rispetto all’anno precedente (+23%) a fronte, per quanto desumibile dai bilanci, di una mancata corrispondenza con un aumento o miglioramento dei servizi.

In particolare, argomento di contestazione, l’aliquota TASI oggi al 2,5 per mille, il massimo consentito, misura ritenuta “ingiustificata ed esagerata”.

Forza Italia e le opposizioni si appellano, infatti, alla Relazione Previsionale e Programmatica 2014 dell’amministrazione Galeano, in cui, preso atto del già elevato livello di tassazione a carico dei cittadini, delle famiglie e dei protagonisti del mondo del lavoro si prometteva una tassazione ridotta all’essenziale.

A votare compatti contro il rendiconto, oltre al forzista Vecchiato, anche Valeria Salvati, già Presidente del Consiglio Comunale, Giampaolo Moino, Luisa Berto, e Michele Scilla.

L’aumento della tassazione è, effettivamente, un dato di fatto, confermato anche dalla relazione della Giunta sul bilancio consuntivo 2014.

Al netto delle diatribe su una situazione di quasi dissesto al momento delle dimissioni della Giunta Marton, denunciata già un anno fa dalla attuale maggioranza allo scoppiare delle prime polemiche sulla tenuta dei conti e smentite seccamente dall’amministrazione uscente, non resta che interrogarsi su quanto abbia inciso, più che la politica cittadina, il taglio dei trasferimenti agli enti locali promosso dal governo e contestato duramente dall’Anci.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Davide Bellacicco

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×