15 gennaio 2021

Treviso

Tampone "fai da te": "Partita la sperimentazione tra personale sanitario e pazienti pronto soccorso"

Rigoli, primario Microbiologia Treviso: "Tra due settimane invieremo i dati al ministero per la validazione”

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

roberto rigoli

TREVISO - I dieci Covid Point operativi sul territorio della Marca viaggiano ormai al ritmo di oltre 6mila tamponi somministrati in media ogni giorno.”Ieri - ha fatto il punto Francesco Benazzi, direttore dell’Ulss2, ribadendo

l’importanza del servizio per individuare eventuali positivi e arginare i contagi -  abbiamo eseguito 6.093 tamponi antigenici. I punti tampone  con il maggior afflusso di utenti sono  Altivole (1158 tamponi al giorno), Treviso ( 1148) e Conegliano (1169). A questi si aggiungono i 1800 tamponi molecolari in media al giorno analizzati dall’Unità Operativa di Microbiologia dell' ospedale di Treviso

Sul fronte tamponi, il dottor Roberto Rigoli, primario della Microbiologia di Treviso e coordinatore delle 14 microbiologie venete, ha fatto il punto sui tamponi “fai da te”, annunciando l’avvio della sperimentazione per valutare la sensibilità del test da fare da soli: “Dopo l’approvazione del comitato etico, ora raccoglieremo i dati tra il personale dei reparti e i pazienti che arrivano al pronto soccorso, sempre su base volontaria. I dati raccolti dalle microbiologie regionali verranno inviati al ministero entro due settimane per la validazione”.

“Certo tutta la fatica che facciamo diventa vana se i cittadini non attuano tutte le attenzioni e misure per limitare i contagi”, sottolinea Rigoli. “Il vaccino arriverà ma abbiamo ancora diversi mesi davanti prima di risolvere il problema quindi chiediamo la massima collaborazione”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×