29/05/2022pioggia debole

30/05/2022nubi sparse

31/05/2022velature sparse

29 maggio 2022

Treviso

Supermercati, "A Treviso con le nuove aperture saranno 36"

In città un supermarket ogni 2.823 abitanti, Coalizione Civica: "Arriveremo a uno ogni 2.361 residenti, quasi il doppio della media nazionale"

|

|

supermercati

TREVISO - Tra inaugurazioni e prossime aperture arrivano sei nuovi supermercati in città. I supermercati a Treviso saliranno a 36, con un aumento del 20% rispetto a ora. “Stiamo arrivando, ormai, a una diffusione da record delle medie e grandi strutture di vendita nella nostra città che ci porta verso il doppio della media nazionale”, sottolinea Coalizione Civica per Treviso.

Da un supermercato ogni 2.823 abitanti arriveremo a uno ogni 2.361 (sulla base dei residenti nel 2020): a livello nazionale, sempre nel 2020 c’era un esercizio commerciale dello stesso tipo ogni 4.077 abitanti e in Veneto ogni 3.678 abitanti.

L’esame della localizzazione dei supermercati porta a un’altra constatazione: “La loro distribuzione sul territorio comunale è disomogenea, tendono a concentrarsi nei quartieri immediatamente esterni alle mura e nella zona tra Fiera e Sant’Antonino. Altre aree invece, da Canizzano a San Giuseppe, da San liberale e Monigo a vaste zone di Santa Bona non dispongono di supermercati”, rileva Luigi Calesso esponente di Coalizione Civica. Tra l’altro, le nuove aperture da quella di Fiera a Santa Maria del Sile e in viale della Repubblica, tendono a concentrarsi in zone già servite che garantiscono la presenza di una elevata concentrazione di residenti, mentre quartieri limitrofi come Canizzano ad esempio, continuano a rimanere “scoperti”.

“Non solo abbiamo molti più supermercati della media nazionale ma il loro proliferare non sembra rispondere all’esigenza di “servire” le zone del territorio in cui manca questo tipo di servizio ma a logiche, legittime sia ben chiaro, di concorrenza tra le catene della grande distribuzione che tendono, evidentemente, più a contendersi le fette più appetibili del mercato che a “rischiare” aprendo in zone meno popolose”.

Una parte importante di responsabilità di questa situazione è dovuta alla legislazione regionale vigente in materia che permette a chi è proprietario di una area a destinazione commerciale di aprire un supermercato con una superficie di vendita fino a 1.500 metri quadrati senza il bisogno di alcuna autorizzazione, semplicemente comunicandolo al Comune. Fortunatamente, in consiglio regionale è iniziato il percorso per la revisione della legge nel senso di restituire potere alle amministrazioni comunali in questa materia. L’amministrazione comunale di Treviso, invece, annuncia e promette di contenere il numero delle nuove aperture ma poi fa esattamente il contrario aumentando di 7.000 metri quadrati le superficie edificabili a uso commerciale e stipulando accordi-pubblico privati che prevedono due nuovi supermercati in città”.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×