05 agosto 2021

Vittorio Veneto

I suoni sinistri dei pavoni disturbano la quiete dei serravallesi

Dagli strilli ai centauri, dai rasaerba ai cantieri: con l'estate arrivano i rumori. E le lamentele

| Stefania Rotella |

| Stefania Rotella |

I suoni sinistri dei pavoni disturbano la quiete dei serravallesi

VITTORIO VENETO - Dai pavoni ai centauri, dalle macchinette rasaerba a chi pota i rami con la motosega all’alba. E’ una bellissima stagione l’estate, anche se si sta ancora facendo attendere, ma a volte può creare disturbo della quiete pubblica. Qualche lamentazione è giunta in questi giorni da alcuni residenti della zona di via dei Con Bassi, a nord di Vittorio, dove ci sarebbe “alloggiato” in campagna qualche esemplare di pavone, ben visibile da chi risiede nelle vie Mazzini, Caprera”.

 

“Questi animali emettono, non sempre per fortuna - racconta qualche residente, che ha già fatto presente la situazione alla polizia locale - suoni un po’ sinistri, che a qualcuno può dare fastidio. Non sempre strillano, ma magari succede durante le ore notturne. Nulla che tolga il sonno. Ma se ogni cittadino si porta nel cortile di casa un animale così, la convivenza diventa difficile. E poi che senso ha tenersi i pavoni in giardino? Solo per bellezza per altro”.

Nei giorni scorsi a causa di un forte temporale qualcuno di questi animali è riuscito a fuggire rifugiandosi sui tetti delle case vicine. Forse impaurito. Poi è tornato alla sua dimora abituale. Per ora i residenti, seppur avendo sentito un parere informale dal comando di polizia locale, non hanno intrapreso alcuna azione. Esiste comunque per tutti il rispetto della legge regionale 10 maggio numero 21 che regola le norme in materia di inquinamento acustico. E sempre sul fronte rumori l’articolo 4 recita che: “L’impiego di macchine da giardinaggio con motore a scoppio è consentito dalle 8 alle 20 con interruzione dalle 13 alle 15. Variazioni di orari potranno essere disposte dai regolamenti comunali tenuto conto delle consuetudini locali e dalle tipologie e caratteristiche degli insediamenti”.

 

Inoltre visto che si sta anche lavorando al traforo di S.Augusta regole ci sono e dicono che “nei cantieri edili i lavori con i macchinari rumorosi sono consentiti dalle 8 alle 19, con interruzione pomeridiana individuata dai regolamenti comunali, tenuto conto delle consuetudini locali e delle tipologie e caratteristiche degli insediamenti”. E anche sui lavori in galleria nei giorni scorsi lamentele si sono avute da parte dei residenti vicino ai cantieri. Il Comune può, “ai sensi dell’articolo 6, comma 1 della legge 447 del 1995 autorizzare deroghe temporanee ai limiti di emissione, qualora lo richiedano particolari esigenze locali o ragioni di pubblica utilità”.

 

Per non dire dei rumori, in questo caso assai molesti, quando col bel tempo, la strada statale Alemagna viene presa per una pista da corsa per i centauri. “Che ovviamente rispetteranno tutti i segnali ed i divieti del caso-ricordano i vigili- E che monitoriamo costantemente”. Ma il rumore di centinaia di moto che sfrecciano verso il Fadalto nelle giornate estive ,con inevitabili incidenti, è un problema irrisolto da anni. “Una regolamentazione andrebbe fatta, anche se di difficile attuazione”, dicono coloro che abitano nella valle.

Infine per evitare problemi di ordine pubblico per chi alza il gomito i locali pubblici cittadini hanno regolamentazioni ad hoc, con possibilità di aperture secondo le tipologie di somministrazione di bevande alcoliche.

@riproduzioneriservata

 


| modificato il:

Stefania Rotella

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×