04 aprile 2020

Treviso

La struttura di accoglienza non lo ospita: va in escandescenza e colpisce un operatore con una testata

Il 30enne è stato arrestato dalla polizia

| Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron | commenti |

polizia

TREVISO – Tensione in una struttura di accoglienza in centro a Treviso, dove un uomo è andato in escandescenze colpendo un operatore con una testata, tanto che è stato necessario l’intervento della polizia. Ieri mattina dalla struttura hanno chiamato il 113, dato che il soggetto, un palermitano di 30 anni, nonostante fosse stato allontanato più volte stava creando notevoli disagi.

 

I poliziotti giunti sul posto hanno trovato l’uomo che stava inveendo contro gli operatori della struttura, tanto da avergli lanciato addosso una scrivania e delle suppellettili. Poco prima, inoltre, aveva aggredito uno degli stessi operatori colpendolo appunto con una testata procurandogli una ferita alla fronte.

 

Nonostante lo stato di agitazione e la sua resistenza i poliziotti sono riusciti a bloccarlo per poi accompagnarlo in Questura, dove solo dopo diverse ore si è calmato. Il 30enne in passato era già stato allontanato a causa dei suoi comportamenti aggressivi e per aver più volte violato il regolamento interno: pretendeva di essere ospitato lì, ma al rifiuto dei responsabili aveva reagito colpendoli più volte e danneggiando dei mobili.

 

L’uomo è stato tratto in arresto dai poliziotti, anche alla luce del fatto di essere già noto alle forze dell’ordine per reati che vanno dalla violenza sessuale alla rapina in abitazione, e dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e minacce gravi. Sarà processato per direttissima, gli è già stata notificata dalla Divisione anticrimine della Questura la misura di prevenzione del divieto di ritorno nel Comune di Treviso per tre anni.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×