23 ottobre 2021

Castelfranco

Strade pericolose e parcheggi che mancano, Sant’Andrea si appella al Comune

Il presidente del Comitato frazionale Stangherlin: “Via Montebelluna stretta, buia e pericolosa”

|

|

sant'Andrea

CASTELFRANCO Strade da mettere in sicurezza, piste ciclabili e parcheggi sono priorità per la frazione di Sant’Andrea oltre il Muson. Lo sottolinea il presidente del Comitato frazionale del paese, Roberto Stangherlin, nella relazione in cui traccia un bilancio del 2017 e guarda in prospettiva al 2018 ed ai prossimi anni.

 

“La strada di via Soranza e la sua pista ciclabile sono un’opera importate per la frazione e per la viabilità – spiega -. Cercheremo di tenerle in considerazione, compatibilmente con le priorità dell’amministrazione comunale. Non rinunciamo a far presente tale opera. Anche se ad oggi le risposte da parte dell’amministrazione comunale sono state chiare: prima la pista ciclabile di Campigo di via Larga e poi quella di via Soranza”.

 

Da via Soranza e via Montebelluna. “Nell’ultimo incontro in frazione con il sindaco Stefano Marcon, lo stesso si era espresso a favore della sistemazione di via Montebelluna – continua Stangherlin -. Questa via di circa 400-500 metri, buia, stretta, pericolosa, delimitata da due fossati, che tuttavia collega il centro del paese con circa 120 famiglie tra via Montebelluna e via Stradazza, necessita di essere messa in sicurezza. Pertanto sarà necessario fare pressione sull’amministrazione comunale per una presa in carico e ripristinare al meglio tale via”.

 

Arriva poi alla questione parcheggi. “Con la sistemazione della piazza e sua riqualificazione, che ha impedito ai cittadini di non parcheggiare sul nuovo sagrato, si impone la questione parcheggi. Il parcheggio di Casa Barbarella non è sufficiente con i suoi 28 posti auto, posti insufficienti soprattutto durante manifestazioni, cerimonie religiose e civili. Dunque, sarà necessario valutare soluzioni nuove e condivise. Come comitato abbiamo avanzato la proposta dell’ex depuratore e di una parte adiacente agli impianti sportivi che, collegati con il passaggio pedonale del parcheggio di Casa Barbarella, potrebbero essere una buona soluzione. Altre soluzioni o proposte potrebbero essere l’area della pesa pubblica, l’ex officina Guagno, l’area vicina del prof. Beraldo. L’amministrazione al momento avrebbe individuato l’area a est dell’asilo parrocchiale, la quale però è privata e necessita di un accordo”.

 



Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×