29/06/2022poco nuvoloso

30/06/2022poco nuvoloso

01/07/2022poco nuvoloso

29 giugno 2022

Cronaca

"Stracciava i documenti nel wc della Casa Bianca": nuovo libro su Trump

Le rivelazioni della corrispondente del New York Times dopo le notizie sulle casse di carte e documenti che l'ex presidente avrebbe portato impropriamente via una volta finito il mandato

|

|

USA - Nella Casa Bianca di Donald Trump "periodicamente venivano trovati i wc della sua residenza intasati con documenti stracciati". Ecco le rivelazioni contenute in un nuovo libro sull'ex presidente che arrivano proprio mentre i giornali americani continuano a scrivere delle casse di documenti che Trump avrebbe impropriamente portato via della Casa Bianca. A rivelare questo particolare è la corrispondente dalla Casa Bianca del New York Times, Maggie Haberman, che nel libro "Confidence Man", di prossima uscita, scrive che lo staff della Casa Bianca aveva concluso che era lo stesso Trump a buttare i documenti stracciati nel wc.

 

La stessa giornalista ha confermato, in un'intervista alla Cnn oggi, la vicenda, dicendo che sono state fonti della Casa Bianca a raccontarla. "Veniva chiamato l'idraulico che trovava pezzi di carta accumulati", ha detto Haberman, spiegando che si poteva trattare di post it o di "note che scriveva lui stesso". Con una dichiarazione, Trump ha affermato che la cosa "è categoricamente non vera ed inventata da una cronista per fare pubblicità ad un libro solo pieno di finzioni". Secondo quanto rivelato oggi dal New York Times, non vi erano solo ricordi personali, come le 'lettere d'amore' del dittatore nordcoreano Kim Jong-un, ma anche documenti che potrebbero essere top secret nelle 15 casse di carte trasferite dalla Casa Bianca e Mar a Lago. E recuperate nelle scorse settimane dai funzionari del National Archives and Records Administration dopo mesi di negoziati con i legali dell'ex presidente.

 

La scoperta di questi documenti classificati ha spinto il National Archives a rivolgersi al dipartimento di Giustizia per esaminare come Trump ha gestito il trasferimento dei documenti della Casa Bianca. Secondo il Presidential Records Act, tutti i documenti e le carte di un presidente devono essere consegnate, una volta concluso il mandato, agli archivi nazionali. "La rappresentazione data dalla stampa dei miei rapporti con i National Archives è fake news. E' esattamente all'opposto: è stato un grande onore lavorare per aiutarli a preservare l'eredità di Trump".

 

Così la smentita di Trump che nella sua dichiarazione afferma che "i documenti sono stati consegnati facilmente, senza conflitto ed in modo molto amichevole, a differenza di quanto riportato dai Media delle fake news" "Si è trattato di una cosa di routine e non di un problema - ha concluso - Anzi, mi è stato detto che io non avevo nessun obbligo di consegnare questo materiale sulla base di diverse sentenze fatte negli anni".

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×