22/02/2024nubi sparse

23/02/2024rovesci di pioggia

24/02/2024pioggia debole e schiarite

22 febbraio 2024

Cronaca

Storia della pensionata che teneva benzina nella vasca da bagno. Ecco come si giustificava

|

|

benzina

Un'atmosfera di incredulità nei vicoli di Rovellasca, un tranquillo comune nei pressi di Como, dopo la strana scoperta avvenuta nella casa di una pensionata settantasettenne. La donna, i cui vicini hanno chiamato i carabinieri a causa del forte odore sospetto proveniente dal suo appartamento, ha visto ora la luce su un mistero che ha stupito tutti.

Inizialmente restia ad aprire la porta e fornire informazioni, la pensionata ha alla fine ceduto alle autorità. L'intervento dei carabinieri ha rivelato una scena degna di un thriller: la vasca da bagno della donna era stata trasformata in un deposito di ben 50 litri di benzina, custoditi in taniche di varie dimensioni. Una situazione tanto pericolosa da richiedere l'intervento immediato dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza l'intero edificio.

Le taniche erano disseminate per tutta la casa, ma è stato il bagno a rivelare la portata sconvolgente di questa collezione insolita. Due contenitori di notevoli dimensioni, uno da 20 litri e altri da 10, erano stipati senza alcuna precauzione. Una vera bomba a orologeria, considerando che bastava una scintilla per trasformare l'appartamento in una fornace.

Il rischio di un incendio imminente ha spinto le autorità a evacuare temporaneamente l'edificio, mentre i vigili del fuoco agivano per neutralizzare la minaccia. La donna, apparentemente impassibile, ha fornito una spiegazione alquanto sorprendente: secondo quanto dichiarato, avrebbe acquistato benzina ogni volta che i prezzi erano al ribasso, accumulando scorte per affrontare eventuali rialzi futuri.

Nonostante l'insolita spiegazione, la pensionata è stata denunciata per omessa denuncia di materie esplodenti o infiammabili, ma è stata lasciata in stato di libertà.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×