08/02/2023poco nuvoloso

09/02/2023sereno

10/02/2023sereno

08 febbraio 2023

Cronaca

Stipendi, aumenti da 10 a 15 euro al mese dal 2023, per chi guadagna meno di 20mila euro l'anno

Con la legge di Bilancio approvata dal governo Meloni

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Giorgia Meloni

ITALIA - Con la legge di Bilancio approvata dal governo Meloni, cresce nel 2023 il taglio del cuneo fiscale. Per i redditi tra 20mila a 35mila euro, in realtà, gli stipendi non cambieranno e lo sgravio contributivo del 2% introdotto dal governo Draghi viene confermato, senza novità in busta paga per questi lavoratori dipendenti. Diverso il discorso per chi guadagna fino a 20mila euro: in questo caso il taglio del cuneo fiscale sale dal 2% al 3% per il 2023 e, di conseguenza, gli stipendi per questi lavoratori saranno leggermente più alti con il nuovo anno. Ma di quanto aumenteranno le buste paga con le novità introdotte dalla manovra? Money.it ha fatto i calcoli per capire quali saranno le variazioni di salario col nuovo anno.

Per chi guadagna mille euro lordi al mese (quindi 13mila annui, considerando anche la tredicesima), l’ulteriore taglio dei contributi dell’1% porta a versare non più 71,90 euro al mese ma 61,90. Il che vuol dire che gli stipendi aumenteranno di 10 euro al mese. Per uno stipendio di 1.300 euro al mese (16.900 euro annui) i contributi scendono da 93,47 a 80,47 euro al mese, per un aumento in busta paga di 13 euro. Su uno stipendio di 1.500 euro (quindi vicino alla soglia massima, con 19.500 euro annui) si passa da 107,85 euro di contributi a 92,85, per un aumento in busta paga di 15 euro mensili.

 



AdnKronos

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×