15 luglio 2020

Treviso

Spritz alla mano e senza mascherina, Zaia:"Siamo pronti a chiudere tutto"

Bar presi d'assalto dai clienti senza il rispetto delle norme, furioso il governatore:"Li aspetteremo davanti alle porte dell'ospedale"

|

|

Movida senza mascherine

"Ci sono arrivate, ma credo a tutti, decine di foto e video dei centri delle nostre città con movida a cielo aperto. Non ho nulla contro la festa, ma divieto di assembramenti e l'uso della mascherina sono la conditio sine qua non, i salva vita per la tutela dei cittadini". Lo ha detto il governatore Luca Zaia, commentando i primi assembranti con spritz registrati ieri sera. "In 10 giorni - ha aggiunto - io li vedo i contagi: se aumentano richiuderemo bar, ristoranti, le spiagge, e torneremo a chiuderci in casa col silicone".

 

"Ieri sera un amico mi ha mandato delle foto con un sacco di persone senza mascherina e lo spritz in mano: gli ho risposto: 'li aspetteremo davanti alle porte dell'ospedale'. E molti di costoro sono gli stessi che poi fanno la morale sui social. Il loro senso civico è zero". "E' strano e assurdo che un presidente della Regione - ha proseguito Zaia - ricordi ogni giorno, da mesi, l'importanza di indossare la mascherina. Faccio appello a far quadrato e a rispettare le regole: se aumentano i contagi, le terapie intensive, torno a richiudere bar, ristoranti. Almeno abbiamo rispetto per le 1.820 persone che hanno perso la vita". 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×