18 ottobre 2021

Mogliano

Sport per tutti: apre l’Accademia della campionessa paralimpica moglianese Bebe Vio

“Il mondo paralimpico può raggiungere il livello di quello olimpico, serve però un cambio di mentalità”

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

L'atleta paralimpica moglianese Bebe Vio

MOGLIANO VENETO – "Rendere lo sport accessibile a tutti e fare sì che il mondo paralimpico possa crescere fino a raggiungere il livello di quello olimpico". È questa la mission che si pone la nota atleta moglianese Bebe Vio con l'apertura della sua nuova accademia "Bebe Vio Academy" a Milano, organizzata e gestita dall'Associazione art4sport ONLUS, in cui propone corsi gratuiti per tutti.

I numerosi successi ottenuti nel corso della carriera hanno permesso alla giovane atleta - che ha vinto tutte le maggiori competizioni mondiali - di diventare un simbolo e un'ispirazione per tutte quelle persone con disabilità - e non solo - che, come Bebe, aspirano a far diventare la propria passione un mestiere. Una visione inclusiva, necessaria oggi più che mai in un mondo pluralizzato che deve mirare a non escludere nessuno e nessuna in alcun ambito della vita, in linea con quella della campionessa paralimpica di fioretto che da sempre sogna, anche attraverso lo sport, un cambiamento culturale.

"L'Academy è rivolta ai giovani con disabilità fisiche - si legge infatti nel sito ufficiale che presenta il progetto - amputati, persone in sedia a rotelle, cerebrolesi e non vedenti, ma anche a giovani senza disabilità che vogliono sperimentare alcune discipline sportive paralimpiche.

La prima season dell'Accademy avrà luogo tra ottobre 2021 e giugno 2022 con due allenamenti a settimana che permetteranno ai partecipanti di sperimentare tutti gli sport coinvolti".

Per raggiungere l'obiettivo preposto dalla lungimirante Bebe Vio è necessario quindi "uno slancio culturale che parta in primis dalle nuove generazioni - come spiega lei stessa con un post pubblicato nella sua pagina Facebook ufficiale - Siamo noi che abbiamo la responsabilità di cambiare davvero le cose. Il mio sogno inizia da qui".

E se è vero che, come diceva il filosofo Bernardo di Chartres, siamo nani sulle spalle di giganti, saliamo tutti e tutte sulle spalle di Bebe per costruire un mondo migliore. Ce ne è davvero bisogno.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

16/10/2021

Oggi sport paralimpico in Villa Margherita

Organizzato in collaborazione con l’associazione “Veneti Schiacciati Dalla Crisi ODV”, l’evento gode del patrocinio del Comune di Treviso e del Centro della Famiglia

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×