27 novembre 2020

Sport

Altri Sport

Sport, ministro Spadafora: "Si ai campionati dilettantistici nazionali e regionali"

Cambiano però le regole per le competizioni a livello provinciale e giovanile: "Una scuola calcio di giovanissimi o pulcini potrà continuare ad allenarsi, ma senza giocare partite"

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Spadafora

TREVISO - «Proseguono partite e gare sportive dilettantistiche a livello regionale e nazionale».

Lo ha detto il ministro dello sport Vincenzo Spadafora in una nota via social riferendosi allo sort dilettantistico dopo l’annuncio del nuovo dpcm da parte del Premier Giuseppe Conte nella serata di ieri (leggi qui).

Non così per tutti. Continua il ministro: «A livello provinciale società e associazioni sportive ed enti di promozione proseguiranno gli allenamenti degli sport di squadra ma solo in forma individuale, come le squadre di serie A all’inizio della fase due.

Per fare un esempio: la squadra di una scuola calcio di giovanissimi o pulcini potrà continuare ad allenarsi, ma senza giocare partite.

E conclude: «Dopo un lungo confronto in Consiglio dei Ministri, con il CTS e le Regioni, è prevalsa una scelta di buon senso.

Nelle prossime ore, insieme ai rappresentanti del settore, studieremo ulteriori misure di sicurezza per una maggiore tranquillità di tutti e scongiurare possibili chiusure».
 

 



Gianandrea Rorato

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×