20 febbraio 2020

Treviso

Social, chat e tradimenti: a Treviso boom di divorzi

Indagine Adico: un divorzio ogni 27 matrimoni

Isabella Loschi | commenti |

immagine dell'autore

Isabella Loschi | commenti |

Social, chat e tradimenti: a Treviso boom di divorzi

TREVISO - Mettici la crisi e le difficoltà economiche, aggiungici i social network che favoriscono le “nuove amicizie”. E poi, la nuova normativa, che ha dato una accelerazione all’iter della separazione, a Treviso è boom di divorzi. A tirare le somme è l'Adico, l'Associazione Difesa Consumatori, che ha analizzato i dati Istat, in dieci anni, dal 2006 al 2016, il numero di divorziati è decisamente aumentato sul tutto il territorio e particolarmente nel capoluogo. A Treviso nel 2006 i divorziati erano 1.894, uno ogni 43 abitanti. A fine 2016 questo numero si è impennato, arrivando a quota 3.079, uno ogni 27 residenti, con una crescita del 62,6%.

Una crescita che si registra anche in provincia l’incremento: le persone divorziate nella Marca sono a fine 2016 21.318 contro le 10.830 del 2006. In pratica si è passati da un divorziato ogni 78 residenti a uno ogni 41. Adico, che da quando è stata approvata la nuova normativa sui divorzi brevi nel 2015 ha avviato uno sportello apposito per agevolare e rendere il meno traumatico possibile l’iter, ha seguito anche molte coppie trevigiane riuscendo così a individuare una serie di motivazioni che stanno alla base di questa tendenza e rilevando per la Marca alcune particolarità più accentuate rispetto ad altri territori.

“I soci trevigiani che si sono rivolti al nostro sportello denunciano più degli altri situazioni di tradimento da parte del partner - sottolinea Carlo Garofolini, presidente Adico - Può essere un caso ma noi abbiamo registrato questa tendenza. In generale, poi, circa il 10% di chi si rivolge al nostro sportello sul divorzio breve racconta di nuove amicizie nate sui social. Anche questa, dunque, può essere una motivazione per spiegare, almeno in parte, il boom di divorzi registrato negli ultimi dieci anni”.

In linea con quanto emerso dall’indagine dell’Adico emerge anche l’aumento delle persone nubili e celibi. In provincia di Treviso sono passate dalle 344.380 del 2006 alle 377.854 del 2016 con un aumento che sfiora il 10%.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×