14 maggio 2021

Treviso

Smartworking e serate in casa: tutti vogliono le pantofole trevigiane

L'azienda trevigiana LeClare batte la pandemia grazie all'artigianalità e alle vendite online

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

pantofole LeClare

TREVISO - Serate trascorse in casa, smartworking e didattica a distanza. Cambiano le abitudine e anche i modi di vestire: praticità e comodità sono diventate le parole d’ordine in questo lungo anno di pandemia che ci ha visti tutti, spesso, a preferire la tuta da ginnastica alla camicia o scarpe comode al posto dei tacchi. Ed ecco che anche le pantofole sono diventate un oggetto tanto desiderato e amato.

E’ il caso dell’azienda trevigiana LeClare, pantofoleria italiana che coniuga la passione artigianale, una grande esperienza e materiali
di altissima qualità per produrre pantofole di grande pregio. L’azienda, con sede a Vedelago, ha un marchio registrato e, ad oggi, vende le pantofole trevigiane in tutta Europa e negli Stati Uniti.

“Dopo una ricerca accurata ho conosciuto Growers Agency e il lavoro è decollato – spiega la fondatrice Clara Perin –.  Nel 2020, l’anno della pandemia, abbiamo creato il nuovo e-commerce www.leclare.it, il sito e lo store Amazon vanno di pari passo: i risultati in un anno così difficile sono stati esorbitanti. Il 70% del fatturato è dato solo dalla vendita online”. La creazione di una presenza del brand omogenea e in linea con la vision della marca ha permesso di raccontare i prodotti con maggior precisione e riuscendo a trasmetterne l’artigianalità. E i risultati riportano aumento delle vendite online del 43%.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×