26 novembre 2020

Treviso

Il sistema Mose gestito e controllato dalla trevigiana Dba

La società di Villorba incaricata della progettazione e realizzazione informatica dei Centri elaborazione dati e sale di controllo del sistema Mose

|

|

Il sistema Mose gestito e controllato dalla trevigiana Dba

VILLORBA - Il centro di controllo e le manovre del Mose saranno “made in Treviso”. Le società Dba Lab Spa e Dba Progetti Spa di Villorba, in associazione temporanea di impresa con Fastweb, hanno ricevuto l’assegnazione della gara d’appalto per la progettazione, la realizzazione e la successiva manutenzione dell’allestimento informatico dei centri di elaborazione dati e delle sale di controllo situate presso le Tese della Novissima all’Arsenale di Venezia.

Una commessa da sei milioni di euro complessivi: i servizi erogati dalle aziende della Marca corrispondono a circa un milione di euro. L’operazione dovrà essere completata entro il 2019. Ma per i successivi cinque anni, a partire dal 2020, il consorzio si occuperà anche della manutenzione dei sistemi informatici.

L'incarico si inserisce nel contesto del cosiddetto sistema Mose, l’opera per la salvaguardia di Venezia dalle acque alte. Presso l’Arsenale di Venezia saranno insediate tutte le attività per il controllo e la manutenzione del Mose stesso e per la gestione dell'intero ecosistema lagunare. Le attività affidate alle società di Dba Group e a Fastweb Spa avranno l’obiettivo di realizzare tre Centri di elaborazione dati (uno principale, uno di backup al primo e uno di Disaster Recovery) di ultima generazione che risponderanno ai più alti standard internazionali.

In particolare Dba si occuperà della progettazione degli impianti tecnologici, mentre Fastweb curerà la realizzazione della rete in fibra ottica a servizio delle Tese. Si prevede di realizzare le ulteriori componenti eterogenee, tipicamente a supporto di complessi Centri di Elaborazione Dati: dagli impianti di alimentazione elettrica a quelli di condizionamento, nonché i sistemi di videosorveglianza e di controllo accessi.

A tali attività si affiancheranno, inoltre, l’allestimento informatico ed infrastrutturale delle sale di controllo, ovvero delle sale da cui partiranno gli ordini di manovra per il sollevamento delle paratoie nelle tre bocche di porto e ove si riuniranno i rappresentanti degli enti coinvolti nelle operazioni di movimentazione, nelle vesti di un’unità di crisi che farà fronte ad eventuali situazioni di emergenza o, comunque, di allarme.

L’erogazione di servizi ingegneristici e di sviluppo di sistemi software specifici a supporto delle sale di controllo completerà l’ambito dell’appalto. I software per le sale di controllo, in particolare, saranno sviluppati secondo lo stato dell’arte delle ultime tecnologie disponibili sul mercato e predisposti secondo i dettami della Cyber Security, nell'ottica di protezione del Mose, in quanto classificata “opera strategica” a livello nazionale. 

 



Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×