24/01/2022sereno

25/01/2022foschia

26/01/2022foschia

24 gennaio 2022

Mogliano

Sinistra Italiana scende in piazza per la proposta di legge sulla patrimoniale. Già raccolte 200 firme in provincia di Treviso

Venerdì 19 incontro pubblico a Mogliano e sabato 20 tavolo a Treviso

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Sinistra Italiana scende in piazza per la raccolta firme per la proposta di legge sulla patrimoniale

MOGLIANO VENETO – Nell’ambito delle tre giornate di mobilitazione nazionale per la campagna di raccolta firme relativa alla proposta di legge di iniziativa popolare per la patrimoniale, torna in piazza Sinistra Italiana.

Primo appuntamento venerdì 19 dalle 20.45 al centro sociale di piazza Donatori di sangue a Mogliano, dove il responsabile delle politiche economiche di Sinistra Italiana Giovanni Paglia illustrerà la proposta durante l’incontro pubblico “Le politiche sociali del governo Draghi e le proposte della sinistra”. Nel corso della serata sarà possibile sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare. Si continua poi sabato mattina, dalle 9.30 alle 12.00, con il tavolo a Treviso fuori porta San Tomaso. Ad oggi sono circa 200 le firme finora raccolte in provincia di Treviso.

Oltre all’impegno nelle piazze, Sinistra Italiana ha deciso di dare la possibilità di partecipare all’iniziativa anche online: è ora possibile firmare utilizzando lo spid o la firma digitale qualificata (https://ngtax.it/firma-online/).

La proposta di legge. “Noi pensiamo che chi possiede miliardi possa rinunciare a qualche milione, mentre chi vive con mille euro al mese ha diritto a tutto il sostegno possibile – spiega Sinistra Italiana - coordinamento provinciale di Treviso - Per questo motivo vogliamo introdurre la “Next Generation Tax”, uno strumento che, prima di tutto, riduce la tassazione attualmente supportata dal ceto medio e dai tanti che sono in difficoltà.

La proposta di Sinistra Italiana è che vengano abolite tutte le imposte patrimoniali esistenti, per sostituirle con un prelievo unico: scomparirebbero, quindi, IMU, imposta di bollo su titoli e conti correnti.

A ciascun contribuente verrebbe chiesto di fare la somma del valore di tutto ciò che possiede e su questo, per i patrimoni oltre i 500.000 euro, verrebbe applicata un'aliquota progressiva di tassazione. A pagare sarebbe appena il 5% della popolazione italiana, i super ricchi. Da questa "Next Generation Tax” potremmo ottenere oltre dieci miliardi di euro l'anno, che andrebbero a vantaggio delle giovani generazioni”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×