23 novembre 2020

Montebelluna

Il sindaco replica sul presunto degrado al Comparto 5

“Affermare che il luogo sia degradato solo perché qualche gruppetto di ragazzini di notte si comportano male è usare una lente deformante”

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Il sindaco replica sul presunto degrado al Comparto 5

MONTEBELLUNA – In sindaco Marzio Favero, non accetta accuse e replica alle affermazioni del gruppo di minoranza del Pd sulla questione del Comparto 5. Nei giorni scorsi infatti il presidente dell’Ente Palio aveva pubblicato un post in cui lamentava il deteriorarsi della situazione nell’area, per la presenza di alcuni giovanissimi che si comportavano male. Da qui è poi scaturita la presa di posizione del Pd che ha ribadito la problematica accusando la Municipalità di non occuparsene.

 

“Il Comparto 5 è un luogo ove insistono attività commerciali, bar ed un ristorante-pizzeria – esordisce il sindaco -. Affermare che il luogo sia degradato solo perché qualche gruppetto di ragazzini di notte si comportano male è usare una lente deformante che non rende giustizia alla realtà. Montebelluna è tra le città più sicure e pulite del Veneto. Qui il problema non è la latitanza dell’amministrazione comunale perché fino a prova contraria i Vigili cessano il loro turno di lavoro alle 19.30. Possono essere attivi con i servizi serali che arrivano fino a mezzanotte, ma solo in occasioni speciali che ne giustifichino l’impiego”.

 

Il primo cittadino prosegue affermando che: “Il PD sa benissimo che la tutela dell’ordine pubblico appartiene alle forze dell’ordine, nel nostro caso ai Carabinieri di Montebelluna. La loro critica è palesemente strumentale. Ed io sottolineo una cosa che i Carabinieri stanno facendo un lavoro egregio. Hanno già attenzionato queste piccole bande di giovani e non ho dubbi che a breve verranno a capo anche di questo fenomeno recente che si è diffuso a livello nazionale, come una specie di nuova moda, cosa che solleva due ordini di domande: la prima, sull’assenza di valori di riferimento capaci di incanalare le spinte aggressive che fanno parte della natura umana, la seconda l’assenza delle famiglie, perché non è accettabile che i genitori non si preoccupino di dove siano i loro figli minorenni nel cuore della notte. Torno a dirlo e a ribadirlo con forza, dobbiamo ringraziare i nostri Carabinieri ed esserne orgogliosi. Ricordo la retata fatta nel quartiere di Guarda recentemente che ha portato alla fine del percorso all’arresto di cinque persone ed i molti altri interventi compiuti contro lo spaccio e contro gli autori di atti criminali”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttore responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×