28 gennaio 2021

Treviso

Simulazione di apertura venerdì prossimo nei ristoranti trevigiani

"Insensato chiudere i locali in zona gialla alle 18.00: perché un bar dovrebbe essere sicuro alle 12.00 e non più alla sera?" Il flash mob di Veneto Imprese unite.

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

ristoranti aperti

TREVISO - Prima la lettera ai ministri dell’Economia e delle Attività produttive. Poi quella ai Prefetti. Di poche ore fa l’annuncio che giovedì 14 gennaio le imprese venete (ristorantI e bar in prima fila) scenderanno in piazza. Davanti a tutte le Prefetture d’Italia saranno organizzati dei presidi, nella speranza che una delegazione dei manifestanti alla fine venga ricevuta dal Prefetto.

“Insensata” – così viene etichettata, anche alla luce dei risultati che i provvedimenti avrebbero dovuto sortire – la chiusura dei locali in zona gialla alle 18.00. Provvedimento sul quale si continua a sperare in un operoso ravvedimento del Governo. Intanto però la maggior parte delle imprese anche venete hanno deciso di dissociarsi, venerdì 15 gennaio dalle aperture di locali e negozi previsti dalla iniziativa #IOAPRO. I motivi sono più di uno: andare contro un decreto legge (che non come il Dpcm) senza tutela legale significa rischiare di rimediare anche una denuncia sulla fedina penale. A una settimana poi dalla probabile terza ondata prevista dal Comitato tecnico scientifico, aprire avrà come conseguenza per chi deciderà di farlo di passare come l’untore, un capro espiatorio per tutti quelli che voglio rendere la ristorazione colpevole del contagio.

“Veneto Imprese Unite però non vuole nemmeno fermarsi al solo presidio: continuiamo a rivendicare, qualora fossimo in zona gialla, il nostro diritto di aprire a cena. Perché i contagi da quando siamo chiusi sono saliti, non diminuiti? Perché un ristorante o un bar "sicuro" alle 12.00 smette di esserlo alle 18.00? Perché il Cts ha più volte detto a Conte che potevamo tenere aperto e il Governo invece ci ha imposto la chiusura senza motivi scientifici e senza indennizzi?” A Treviso, per venerdì prossimo, Veneto Imprese unite prevede una simulazione di apertura serata, tra le 20.00 e le 22.00: luci e musica accesa, sala preparata; titolari e dipendenti a simulare clienti; foto del locale acceso e vivo con la locandina del flash mob a vista che poi verrà pubblicata sulla pagina social dei vai locali.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×