21/04/2024velature estese

22/04/2024pioggia

23/04/2024pioggia debole

21 aprile 2024

Mogliano

Silea, "Bracconaggio vicino a strade trafficate": la denuncia della Lav

L'associazione animalista: "Abbiamo soccorso un animale ferito lungo la Treviso Mare, le radiografie hanno confermato: è stato impallinato"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

piccione

SILEA - Bracconaggio vicino a strade trafficate e centri abitati. La denuncia arriva dalla Lav di Treviso dopo aver soccorso un giovane piccione impallinato e recuperato lungo la Treviso Mare a Silea.

“Lunedì scorso 4 settembre due dei nostri volontari si sono imbattuti in un animale in difficoltà lungo una strada trafficatissima della nostra provincia, la Treviso-mare, a Silea, in un'area densa di centri commerciali e attività - spiega in una nota l’associazione animalista - L'animale in questione, un giovane piccione con le piume non ancora complete, passava di corsia in corsia all'interno di una rotonda nell'orario di punta di uscita dal lavoro e presentava visibili difficoltà ad alzarsi in volo e a camminare normalmente. Così lo abbiamo raccolto e consegnato ad un ambulatorio veterinario della zona, competente in animali selvatici”.

“Il primo pensiero - prosegue Lav - è andato alla possibilità che l'animale, non privo di una certa dose di fortuna, a 2 giorni appena dalla pre-apertura della stagione della caccia in Veneto, fosse impallinato, come infatti è risultato poi dalle radiografie. Questo non può essere avvenuto molto lontano dal luogo del ritrovamento, dunque necessariamente in una zona fortemente trafficata e abitata, pertanto certamente vietata alla caccia. Trattandosi inoltre di un piccione e non di una specie cacciabile, si conferma il fatto ormai provato che i cacciatori mirano spesso a animali che non possono cacciare, prefigurandosi così il reato di bracconaggio”. L'animale purtroppo non ce l’ha fatta: è morto venerdì mattina dopo giorni di infinite sofferenze.


"La stagione della caccia non è ancora ufficialmente iniziata, è questo che dovremo vedere fino alla sua chiusura? Cacciatori e bracconieri che sparano a qualsiasi animale in zone abitate con pericolo non solo per gli animali stessi, ma anche per le persone?” 

“Noi della Lav ribadiamo ancora una volta che per noi ogni vita animale vale e che contrasteremo in ogni modo civile consentito le barbarie della caccia e del suo parente povero, il bracconaggio”.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

30/12/2023

Niente fucile da caccia ai 16enni

La proposta di abbassare l’età del “primo fucile” non verrà presa in considerazione nella nuova legge sulla caccia

immagine della news

28/12/2023

Cacciatori a 16 anni

Cambia la legge sulla caccia: già a 16 anni si potrà imbracciare una doppietta. E si potrà cacciare nel 70 per cento del territorio italiano

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×