18/04/2024nubi sparse

19/04/2024velature lievi

20/04/2024pioviggine e schiarite

18 aprile 2024

Lavoro

Sicurezza nei cantieri, De Salvo della Chemichal Spa: «Con la tecnologia tragedie come quella di Firenze potevano essere prevenute».

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Sicurezza nei cantieri, De Salvo della Chemichal Spa: «Con la tecnologia tragedie come quella di Firenze potevano essere prevenute».

(Adnkronos) - Il ceo dell’azienda di Potenza che ha ideato una piattaforma in cloud unica in Italia e in Europa: «Non basta assumere nuovi ispettori: bisogna snellire la burocrazia e velocizzare le ispezioni. Basta morti bianche: il Governo ci ascolti»

Potenza, 21 febbraio 2024. «Quella di Firenze è solo l’ultima delle tragedie in edilizia, una disgrazia su cui si è acceso il dibattito sulla gestione della sicurezza nei cantieri, ma che di fatto non mette a fuoco il vero problema: si parla infatti di carenza di personale, di controlli a singhiozzo e della necessità di assumere nuovi ispettori. Ma non possiamo perdere tempo: dobbiamo intervenire fin da subito perché oggi ci sono sistemi informativi che consentono di ottimizzare le ispezioni e consentire a chi fa i controlli di poter lavorare meglio risparmiando tempo e risorse: di fatto oltre il 70% del tempo di un’ispezione viene perso per la verifica di carte, documenti, dati, quando la nostra piattaforma Haccpok consente di evitare questo primo step rendendo tutto disponibile in cloud o con codice Qr».

Non usa giri di parole Franco De Salvo, ceo della Chemichal Spa, azienda di Potenza che da 25 anni opera in tutta Italia al servizio di piccole, medie e grandi imprese fornendo consulenza in materia di sicurezza sul lavoro e Haccp, nel commentare la tragedia di Firenze che ha riacceso i riflettori sull'importanza dell'attività degli ispettori nei cantieri - e più in generale nei luoghi di lavoro - dove la tecnologia può dare un enorme supporto: «Dal 2016 abbiamo sviluppato il gestionale Haccpok, unico in Italia e in Europa, che consente di raccogliere tutta la documentazione necessaria, dalle formalità di legge ai progetti - prosegue De Salvo -. Di fatto, in un giorno l’Ispettorato del lavoro non supera le tre visite e spesso l’orario non è nemmeno compatibile con le esigenze lavorative delle aziende. La tecnologia, invece, facilita il lavoro degli ispettori e oltre ad accelerare i tempi dei controlli consente anche di ricevere avvisi e alert in casi di irregolarità».

Verifica del Pos, Dvr, Piano emergenza sicurezza, calcoli di progettazione: tutto può essere digitalizzato e messo a disposizione degli ispettori che da remoto possono contare su un sistema che di fatto snellisce la burocrazia e velocizza le ispezioni con l’obiettivo di far dialogare sempre più le aziende con gli organi di controllo e vigilanza. «Gli ispettori sono professionisti qualificati ma non possono fare miracoli – conclude De Salvo -. Non hanno gli strumenti giusti e Haccpok è la soluzione giusta e a costo zero per lo Stato. Il Governo ci ascolti perché con la tecnologia tutto può essere sotto controllo. È una questione di etica e di responsabilità condivisa da tutti i soggetti della filiera».

Contatti:

 



AdnKronos

Annunci Lavoro

Cerchi o offri lavoro? Accedi al servizio di quice.it. Seleziona tipologia e provincia per inserire o consultare le offerte proposte!


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×